annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

L'Irpinia nel Mondo: Il Grande Vinicio Capossela

Comprimi
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • L'Irpinia nel Mondo: Il Grande Vinicio Capossela

    Che cos'è l'amor

    Che cos'è l'amor
    chiedilo al vento
    che sferza il suo lamento sulla ghiaia
    del viale del tramonto
    all' amaca gelata
    che ha perso il suo gazebo
    guaire alla stagione andata all'ombra
    del lampione san soucì

    che cos'è l'amor
    chiedilo alla porta
    alla guardarobiera nera
    e al suo romanzo rosa
    che sfoglia senza posa
    al saluto riverente
    del peruviano dondolante
    che china il capo al lustro
    della settima Polàr

    Ahi, permette signorina
    sono il re della cantina
    volteggio tutto crocco
    sotto i lumi
    dell'arco di San Rocco
    ma s'appoggi pure volentieri
    fino all'alba livida di bruma
    che ci asciuga e ci consuma

    che cos'è l'amor
    è un sasso nella scarpa
    che punge il passo lento di bolero
    con l'amazzone straniera
    stringere per finta
    un'estranea cavaliera
    è il rito di ogni sera
    perso al caldo del pois di san soucì

    Che cos'è l'amor
    è la Ramona che entra in campo
    e come una vaiassa a colpo grosso
    te la muove e te la squassa
    ha i tacchi alti e il culo basso
    la panza nuda e si dimena
    scuote la testa da invasata
    col consesso
    dell'amica sua fidata

    Ahi, permette signorina
    sono il re della cantina
    vampiro nella vigna
    sottrattor nella cucina
    son monarca e son boemio
    se questa è la miseria
    mi ci tuffo
    con dignità da rey

    Che cos'è l'amor
    è un indirizzo sul comò
    di unposto d'oltremare
    che è lontano
    solo prima d'arrivare
    partita sei partita
    e mi trovo ricacciato
    mio malgrado
    nel girone antico
    qui dannato
    tra gli inferi dei bar

    Che cos'è l'amor
    è quello che rimane
    da spartirsi e litigarsi nel setaccio
    della penultima ora
    qualche Estèr da Ravarino
    mi permetto di salvare
    al suo destino
    dalla roulotte ghiacciata
    degli immigrati accesi
    della banda san soucì

    Ahi, permette signorina
    sono il re della cantina
    vampiro nella vigna
    sottrattor nella cucina
    Son monarca son boemio
    se questa è la miseria
    mi ci tuffo
    con dignità da rey

    Ahi, permette signorina
    sono il re della cantina
    volteggio tutto crocco
    sotto i lumi dell'arco di San Rocco
    Son monarca son boemio
    se questa è la miseria
    mi ci tuffo
    con dignità da rey
    SEMPRE DALLA STESSA PARTE MI TROVERAI

  • #2
    Per la cronaca, stasera è di scena a Firenze (Chiesa Santo Stefano a Ponte Vecchio).
    Interpreterà, in prima nazionale, le "poesie" di Michelangelo.
    E se sei arrivato fin qui, forse hai voglia di andare un po' più lontano...

    Commenta


    • #3
      Ho appena acquistato Ovunque Proteggi: spettacolare!
      "Ad esempio, a me piace il Sud"
      (Rino Gaetano)

      Commenta


      • #4
        IL BALLO DI SAN VITO

        Salsicce fegatini
        viscere alla brace
        e fiaccole danzanti
        lamelle dondolanti
        sul dorso della chiesa fiammeggiante

        vino, bancarelle
        terra arsa e rossa
        terra di sud, terra di sud
        terra di confine
        terra di dove finisce la terra

        e il continente se ne infischia
        e non il vento
        e il continente se ne infischia e non il vento
        Mustafà viene di Africa
        e qui soffia il vento d'Africa
        e ci dice tenetemi fermo
        e ci dice tenetemi fermo

        ho il ballo di S. Vito e non mi passa
        ho il ballo di S. Vito e non mi passa

        La desolazione che era nella sera
        s'è soffiata via col vento
        s'è soffiata via col rhum
        s'è soffiata via da dove era ammorsata
        Vecchi e giovani pizzicati
        vecchie e giovani pizzicati
        dalla taranta, dalla taranta
        dalla tarantolata
        cerchio che chiude, cerchio che apre
        cerchio che stringe, cerchio che spinge
        cerchio che abbraccia e poi ti scaccia

        ho il ballo di S. Vito e non mi passa
        ho il ballo di S. Vito e non mi passa

        dentro il cerchio del voodoo mi scaravento
        e lì vedo che la vita è quel momento
        scaccia, scaccia satanassa
        scaccia il diavolo che ti passa
        scaccia il male che ci ho dentro o non stò fermo
        scaccia il male che ci ho dentro o non stò fermo

        A noi due balliam la danza delle spade
        fino alla squarcio rosso d'alba
        nessuno che m'aspetta, nessuno che m'aspetta
        nessuno che mi aspetta o mi sospetta

        Il cerusico ci ha gli occhi ribaltati
        il curato non se ne cura
        il ragioniere non ragiona
        Santo Paolo non perdona

        ho il ballo di s. Vito e non mi passa
        ho il ballo di S. Vito e non mi passa

        Questo è il male che mi porto da
        trent'anni addosso
        fermo non so stare in nessun posto
        rotola rotola rotola il masso
        rotola addosso, rotola in basso
        e il muschio non si cresce sopra il sasso
        e il muschio non si cresce sopra il sasso

        scaccia scaccia satanassa
        scaccia il diavolo che ti passa
        le nocche si consumano
        ecco iniziano i tremori
        della taranta, della taranta
        della tarantolata...
        SEMPRE DALLA STESSA PARTE MI TROVERAI

        Commenta


        • #5
          BRUCIA TROIA

          Eccola viene
          Ha quattro braccia e due teste
          Quattro gambe e due teste
          Ora che lei
          Ha quattro occhi e due teste
          Ha quattro mani e due teste

          Ed eccolo il figlio
          Che ti scaccerà
          Che ti ucciderà
          Che si prenderà
          Il tuo posto nel mondo
          Come ora si è preso
          La carne di lei
          Come ora ha rubato
          L'amore di lei
          Già ti ha rubato
          Lo sguardo di lei
          Con lui già ti tradisce
          Con lui già ti tradisce

          L'orrore l'orrore l'orrore
          L'orrore l'orrore l'orrore

          Barbari della Colchide
          I vapori s'alzano nell'ombra

          Il cavallo di Troia è ciucco
          Come il mio ciuffo
          Il cavallo di Troia è ciucco
          Come il mio ciuffo
          Il cavallo di Troia è ciuffo
          Come il mio ciucco
          Il cavallo di Troia è ciuffo
          Come il mio ciucco

          Fai scialo diletto mio delle tue cosce
          Fai scialo amante mia delle tue braccia
          Il vino scorra a sangue nei crateri
          Noi gusteremo il giorno un giorno ancora
          Brucia Troia Brucia Troia Troia brucia Troia brucia Brucia Troia Brucia Troia Troia brucia Troia brucia
          Come io brucio per te...

          Per gli anni tuoi abbracciati nell'assedio
          Per i giardini tuoi favi di miele
          I denti mordano la terra nera
          Noi gusteremo il giorno
          Un giorno ancora
          Brucia Troia Brucia Troia Troia brucia Troia brucia Brucia Troia Brucia Troia Troia brucia

          Quindici uomini, quindici uomini e quaranta teste di porco
          Quindici uomini, quindici uomini e quaranta teste di porco
          Per gli anni che tu hai preso nell'assedio
          Per gli anni tuoi che avanzano nel sole

          Sono io il mio Minotauro
          Divoro chi arriva fino a me
          Sono io il mio Minotauro
          Divoro chi arriva fino a me
          Sono io il mio Minotauro
          Divoro chi arriva fino a me
          Chiuso nel mio labirinto
          Divoro chi arriva fino a me

          Zara degli dei
          Zara degli eroi
          Zara degli dei
          Madre degli eroi
          Zara degli dei
          Madre degli eroi
          Zara degli dei
          La terra ti bacia
          Brucia Troia Brucia Troia Brucia Troia Brucia Troia Brucia Troia Troia brucia Brucia Troia Troia brucia Brucia Troia Troia brucia Brucia Troia
          Come io brucio per te...
          SEMPRE DALLA STESSA PARTE MI TROVERAI

          Commenta


          • #6
            Originariamente inviato da il direttore Visualizza il messaggio
            Ho appena acquistato Ovunque Proteggi: spettacolare!


            E' una favola !
            SEMPRE DALLA STESSA PARTE MI TROVERAI

            Commenta


            • #7


              SEMPRE DALLA STESSA PARTE MI TROVERAI

              Commenta


              • #8
                http://testimania.leonardo.it/artist...sela_1740.html
                Nottingham Biancoverde
                Assioma alla Legge di Murphy: " Il valore del Quoziente d'Intelligenza della specie umana sul pianeta Terra e' costante. La Popolazione Umana e' in forte aumento"
                .

                Commenta


                • #9
                  ero a milano lo scorso anno alla feltrinelli di p. piemonte quando vinicio presentò ovunque proteggi... presentò un brano dicendo di averlo scritto seduto sugli scalini delle poste di calitri..

                  Commenta


                  • #10
                    Vinicio Capossela torna sulle scene: a ottobre il suo nuovo album: "Da solo".
                    all'uscita dell'album, seguirà un tour teatrale per l'Italia!!!!
                    ORA E PER SEMPRE FORZA LUPI!!!

                    Commenta


                    • #11
                      a me piace marajà

                      Commenta


                      • #12
                        Da Ilmattino.it:

                        Capossela al Gesualdo

                        Concerto speciale il 7 novembre prossimo del noto cantautore di origini irpine Vinicio Capossela al Teatro Carlo Gesualdo, dove presenterà il suo nuovo album "Da solo", in uscita il 17 ottobre. Dopo il grande concerto del 14 febbraio 2006, Capossela si ripresenta a distanza di circa tre anni al pubblico della sua terra per un'altra serata all'insegna della musica d'autore. Suggestioni americane in stile Morricone, un pianoforte, una voce e pochi altri strumenti, con un sapore di ballata tex-mex, tra Stati Uniti e Messico: queste le prime indiscrezioni sul nuovo album dell’artista.

                        "...Soy una raya en el mar, fantasma en la ciudad, mi vida va prohibida dice la autoridad... Solo voy con mi pena, sola va mi condena, correr es mi destino por no llevar papel... Perdido en el corazón de la grande Babylon, me dicen el clandestino, yo soy el quiebra ley..."

                        http://www.youtube.com/watch?v=P7kZsCgE5lQ

                        Commenta


                        • #13
                          Il 5 Agosto è stato a Carpino (Fg), al Carpino Music Festival...
                          Chi ama non dimentica le proprie origini... orgogliosi di essere IRPINI!!!

                          Commenta


                          • #14
                            Ragazzi, su Vinicio non posso che dire la mia, essendo fieramente suo paesano... Vi spiego un po' il tipo... Essendo nato da emigranti, madre di Andretta e padre di Calitri, avendo vissuto in Emilia Romagna per quasi tutta la sua vita, non parla benissimo iin dialetto ma si sente comunque Irpino. Garantito al 100%!!!
                            In molte sue canzoni ha spesso messo riferimenti (per quasi tutti velati ma per i Calitrani espliciti) all'Irpinia o per meglio dire a Calitri. Quando è giù è sempre in giro e non fa sfoggio affatto della sua fama... E' una persona normale, se lo fermi per strada ti fai una chiacchierata, è un Artista... Sono fiero che un mio paesano porti in alto il nome dell'Irpinia in giro per il miondo!
                            IRPINIA LIBERA

                            Commenta


                            • #15
                              A proposito, qualcuno di voi l'ha visto ieri sera al Formicoso?
                              IRPINIA LIBERA

                              Commenta

                              attendi...
                              X