annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Stragi terroristiche

Comprimi
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Stragi terroristiche

    L'altro ieri nel Libano (41 morti) ieri a Parigi (per ora 130 morti).....e chissà quanti ne seguiranno ancora. Sono molto rammaricato perchè il problema "Isis" è anche (sopratutto?) un prodotto dell'Occidente......e purtroppo sconfitto un "prodotto" nè nascerà subito un'altro e cosi via........

  • #2
    Controllare il traffico di armi e i finanziatori dei terroristi è impresa ardua ma non impossibile come quella di rendere le città sicure.
    Non esiste la città sicura: si possono anche militarizzare le città, aumentare i controlli sugli obiettivi sensibili ma, dopo ieri, ogni singolo bar, ristorante o teatro è diventato un potenziale obiettivo.
    Gli attentatori di ieri erano ragazzi tra i 20 e i 25 anni. La domanda non deve essere "sono nati in Francia o sono arrivati col barcone?" ma "chi li ha armati di bombe e kalashnikov?" oppure "come è stato possibile che abbiano organizzato 6 diversi attacchi senza destare il minimo sospetto?".
    Più che gli uomini in strada bisognerà incrementare le risorse destinate alla prevenzione, alla cosiddetta intelligence. Questo è quanto può fare, a mio avviso, ogni singolo stato.
    "ESSERE SUPERSTIZIOSI È DA IGNORANTI, NON ESSERLO PORTA MALE"

    Commenta


    • #3
      Ciò che mi fa più schifo è questo continuo sciacallaggio di contorno che si è venuto a creare mediaticamente e sui social network, generando una disinformazione assurda e un odio ancora più disarmante delle stesse stragi. Terrore a Parigi, Terrore Mediatico, scontro tra civiltà e culture alimentate materialmente e immaterialmente da tutte le parti in gioco. Non c'è da stare per nulla tranquilli...
      sigpic

      Commenta


      • #4
        Enrì, lasciamo perdere. Ieri sera c'era da farsi querelare da qualche personaggio, anzi personaggetto, politico.
        Portare lo scontro sul piano religioso e culturale è quello che i terroristi vogliono e molti, compreso qualche coglione che dirige un giornale o qualche deficiente col titolo di onorevole, non lo capiscono. Farebbe il loro gioco, coinvolgerebbe ancora più persone e farebbe da collante per quella che Papa Francesco ha definito "terza guerra mondiale a pezzetti".
        "ESSERE SUPERSTIZIOSI È DA IGNORANTI, NON ESSERLO PORTA MALE"

        Commenta


        • #5
          Si può anche cercare di elevare il livello culturale medio di molta gente. In poche parole, andate a studiare!

          Commenta


          • #6
            Qua l'unica cosa da studiare è...l'arabo.
            "ESSERE SUPERSTIZIOSI È DA IGNORANTI, NON ESSERLO PORTA MALE"

            Commenta


            • #7
              Il mio punto di vista:

              Francia e Belgio, storicamente colonizzatrici di paesi di tradizione araba, hanno tra le fila dei loro cittadini delle grosse masse di musulmani. Attare il cuore di queste nazioni significa sperare nella "vendetta" della maggioranza della popolazione contro i musulmani in modo da strumentalizzare gli eventuali episodi di violenza subiti come propaganda e quindi reclutamento di volontari. Il piano dell'IS non era ammare un centinaio di occidentali, ma "immolare al martirio" dei semplici ed ignari musulmani residenti in occidene che gli estremisti di destra e la massa del popolo odiano, strumentalizzano ed iniziano a temere.
              Non ricordo chi lo ha detto ma una frase, nella sua semplicità, racchiude la soluzione al problema: L'unico modo per far cessare la violenza è smettere di usarla.
              IRPINIA LIBERA

              Commenta

              attendi...
              X