annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Ciao a tutti

Comprimi
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Ciao a tutti

    Ciao ragazzi il mio tempo è terminato.
    Vorrei noninarvi e salutarvi uno per uno, da Gino Aldair a Supernaut, da Crazy a ErNanna, da Granlupo a Nicola.
    Io mi fermo qui.
    La moglie che tradisce puoi perdonarla una volta non due.
    Non siamo una piazza da calcio che conta, io non me la sento più.
    Si lo so magari arriva un coglionazzo qualunque e fra tre anni saremo in serie B ma per adesso non me la sento più di proseguire la mia esperienza da tifoso del lupo dopo 38 anni.
    Ha ragione chi afferma che nove anni fa, fu molto diverso. Fu dura durissima ma avevamo un pizzico di orgoglio la voglia di dimenticare l’era Pugliese, altra gente, come Taccone, assolutamente indegna di stare su questo pianeta non di fare il presidente dell Avellino.
    Io mollo. Non posso più soffrire non ho più voglia. Abbiamo lottato per la salvezza, avevo le lacrime agli occhi dopo la sconfitta contro il cittadella, ricordo ancora le parole di Aldair: “non roviniamo tutto, siamo ancora vivi”. Aveva ragione eravamo ancora vivi. Oggi non più.
    Non me la sento più di prendermi in giro vedendo le immagini di qualche campetto con la scala appoggiata al muro per andare a recuperare i palloni.
    Una volta si supera, due no.
    Il gol di un lupo è sempre un emozione dalla A all Eccellenza ma per uno che vive lontano da Avellino ci vuole anche un pizzico di DIGNITÀ e quel calcio è tutto tranne che quel minimo sindacale che tutti noi chiedevamo (una onesta serie B).
    Siamo scarsi non c’è classe imprenditoriale, non c’è giornalismo serio, siamo diventati YouTuber del cazzo come l ultimo dei rapper americani.
    Non e’ la Categoria quindi che mi allontana da tutti voi ma la mentalità.
    In questa palude piena di merda metto tutti, proprio tutti, tranne voi, tranne la curva, il forum, la gente che è andata a Roma, tutti i tifosi che hanno detto come me che non si trattava di difendere la B ma la VITA.
    Quella vita che non c’è più per mera negligenza di qualche essere inutile. Esseri che dovrebbero togliere tutti gli specchi di casa perché io non riuscirei a guardarmi in faccia da stasera.
    Vi voglio bene. Grazie di tutto. Per uno che odia i social parlare di calcio qui dentro è stato un ONORE e un vero PIACERE.
    Ho fatto qualche mese di sciopero dopo la nefasta gara contro Salerno, oggi mi sento ridicolo. Mi sento come quando ricordi la litigata, magari stupida, che hai fatto con tuo padre, ora che tuo padre non c’è piu ..
    E’ finito tutto. Finisco anche io.
    Vincenzo Mobys.

    Ps non mi va di rileggere. Scusate gli errori.
    Ultima modifica di Mobys; 07-08-2018, 18:24.
    _______________________________________________
    My personal blog: DAL CANNOLO ALL'AMARONE: http://pianetamobys.wordpress.com/

  • #2
    Originariamente inviato da Mobys Visualizza il messaggio
    Ciao ragazzi il mio tempo è terminato.
    Vorrei noninarvi e salutarvi uno per uno, da Gino Aldair a Supernaut, da Crazy a ErNanna, da Granlupo a Nicola.
    Io mi fermo qui.
    La moglie che tradisce puoi perdonarla una volta non due.
    Non siamo una piazza da calcio che conta, io non me la sento più.
    Si lo so magari arriva un coglionazzo qualunque e fra tre anni saremo in serie B ma per adesso non me la sento più di proseguire la mia esperienza da tifoso del lupo dopo 38 anni.
    Ha ragione chi afferma che nove anni fa, fu molto diverso. Fu dura durissima ma avevamo un pizzico di orgoglio la voglia di dimenticare l’era Pugliese, altra gente, come Taccone, assolutamente indegna di stare su questo pianeta non di fare il presidente dell Avellino.
    Io mollo. Non posso più soffrire non ho più voglia. Abbiamo lottato per la salvezza, avevo le lacrime agli occhi dopo la sconfitta contro il cittadella, ricordo ancora le parole di Aldair: “non roviniamo tutto, siamo ancora vivi”. Aveva ragione eravamo ancora vivi. Oggi non più.
    Non me la sento più di prendermi in giro vedendo le immagini di qualche campetto con la scala appoggiata al muro per andare a recuperare i palloni.
    Una volta si supera, due no.
    Il gol di un lupo è sempre un emozione dalla A all Eccellenza ma per uno che vive lontano da Avellino ci vuole anche un pizzico di DIGNITÀ e quel calcio è tutto tranne che quel minimo sindacale che tutti noi chiedevamo (una onesta serie B).
    Siamo scarsi non c’è classe imprenditoriale, non c’è giornalismo serio, siamo diventati YouTuber del cazzo come l ultimo dei rapper americani.
    Non e’ la Categoria quindi che mi allontana da tutti voi ma la mentalità.
    In questa palude piena di merda metto tutti, proprio tutti, tranne voi, tranne la curva, il forum, la gente che è andata a Roma, tutti i tifosi che hanno detto come me che non si trattava di difendere la B ma la VITA.
    Quella vita che non c’è più per mera negligenza di qualche essere inutile. Esseri che dovrebbero togliere tutti gli specchi di casa perché io non riuscirei a guardarmi in faccia da stasera.
    Vi voglio bene. Grazie di tutto. Per uno che odia i social parlare di calcio qui dentro è stato un ONORE e un vero PIACERE.
    Ho fatto qualche mese di sciopero dopo la nefasta gara contro Salerno, oggi mi sento ridicolo. Mi sento come quando ricordi la litigata, magari stupida, che hai fatto con tuo padre, ora che tuo padre non c’è piu ..
    E’ finito tutto. Finisco anche io.
    Vincenzo Mobys.

    Ps non mi va di rileggere. Scusate gli errori.
    Mobys, che ti devo dire.....….hai tremendamente Ragione in tutto......anch'io non so più che fare, in che sperare, che pensare…...sono emotivamente giù…...oggi mi hanno tolto una cosa importante della mia vita…… quella di seguire il mio amato Lupo.....le trasferte al Nord, i sabati passati vicino al PC, il Forum...….oggi è stata una botta tremenda da cui è difficilissimo rialzarsi.....ma l'amore verso il lupo non può finire in questo modo sciagurato. Comunque capisco la tua decisione.........spero di cuore di rileggerti al più presto......mi troverai comunque qui!

    Un abbraccio Vincè

    Commenta


    • #3
      Originariamente inviato da Mobys Visualizza il messaggio
      Ciao ragazzi il mio tempo è terminato.
      Vorrei noninarvi e salutarvi uno per uno, da Gino Aldair a Supernaut, da Crazy a ErNanna, da Granlupo a Nicola.
      Io mi fermo qui.
      La moglie che tradisce puoi perdonarla una volta non due.
      Non siamo una piazza da calcio che conta, io non me la sento più.
      Si lo so magari arriva un coglionazzo qualunque e fra tre anni saremo in serie B ma per adesso non me la sento più di proseguire la mia esperienza da tifoso del lupo dopo 38 anni.
      Ha ragione chi afferma che nove anni fa, fu molto diverso. Fu dura durissima ma avevamo un pizzico di orgoglio la voglia di dimenticare l’era Pugliese, altra gente, come Taccone, assolutamente indegna di stare su questo pianeta non di fare il presidente dell Avellino.
      Io mollo. Non posso più soffrire non ho più voglia. Abbiamo lottato per la salvezza, avevo le lacrime agli occhi dopo la sconfitta contro il cittadella, ricordo ancora le parole di Aldair: “non roviniamo tutto, siamo ancora vivi”. Aveva ragione eravamo ancora vivi. Oggi non più.
      Non me la sento più di prendermi in giro vedendo le immagini di qualche campetto con la scala appoggiata al muro per andare a recuperare i palloni.
      Una volta si supera, due no.
      Il gol di un lupo è sempre un emozione dalla A all Eccellenza ma per uno che vive lontano da Avellino ci vuole anche un pizzico di DIGNITÀ e quel calcio è tutto tranne che quel minimo sindacale che tutti noi chiedevamo (una onesta serie B).
      Siamo scarsi non c’è classe imprenditoriale, non c’è giornalismo serio, siamo diventati YouTuber del cazzo come l ultimo dei rapper americani.
      Non e’ la Categoria quindi che mi allontana da tutti voi ma la mentalità.
      In questa palude piena di merda metto tutti, proprio tutti, tranne voi, tranne la curva, il forum, la gente che è andata a Roma, tutti i tifosi che hanno detto come me che non si trattava di difendere la B ma la VITA.
      Quella vita che non c’è più per mera negligenza di qualche essere inutile. Esseri che dovrebbero togliere tutti gli specchi di casa perché io non riuscirei a guardarmi in faccia da stasera.
      Vi voglio bene. Grazie di tutto. Per uno che odia i social parlare di calcio qui dentro è stato un ONORE e un vero PIACERE.
      Ho fatto qualche mese di sciopero dopo la nefasta gara contro Salerno, oggi mi sento ridicolo. Mi sento come quando ricordi la litigata, magari stupida, che hai fatto con tuo padre, ora che tuo padre non c’è piu ..
      E’ finito tutto. Finisco anche io.
      Vincenzo Mobys.

      Ps non mi va di rileggere. Scusate gli errori.
      Vincè, io ti capisco in tutto e per tutto perchè ho abbandonato il calcio per un paio d'anni dopo il fallimento del 2009 prima che il fuoco che mi bruciava ancora dentro mi scottasse nuovamente. La mazzata di oggi però non voglio che mi soffochi piu' quell'ardore perchè un uomo quando cade si rialza. I nostri padri ci hanno insegnato a non arrenderci quando incontriamo degli ostacoli e noi non dobbiamo farlo, dobbiamo affrontarli anzi con la fierezza di un popolo a cui la vita ha riservato tanti sacrifici da fare ma che nonostante ciò ha la forza di non abbattersi e continuare a lottare. Lo dobbiamo a noi stessi, a loro ed al lupo che non merita di essere abbandonato quando le cose vanno male. Questo significa essere irpini, questo è quello che abbiamo nel DNA in quanto tali: l'orgoglio di non mollare. Un mesetto per rinfrescarci la mente e poi di nuovo, ognuno come sa e come può, a dare il proprio contributo per la nostra storia, la nostra terra e la nostra identità! Piu' forti di prima.

      A TESTA ALTA SENZA ARRETRARE DI UN MILLIMETRO!

      IRPINIA LIBERA

      Commenta


      • #4
        un saluto; percepisco il tuo dolore, non ti dico il mio
        ma forse neanche ci leggi più

        Commenta


        • #5
          Ciao Mobys, mi accorgo solo adesso del tuo topic di saluti. Che dire... abbiamo sofferto come i cani, è stata una estate torrida, il finale purtroppo non è stato quello che tutti auspicavamo. Ti faccio una confessione, se l'Avellino fosse stato riammesso in serie B avrei staccato anche io. Ma in queste condizioni no, la barca (per quel che posso contare, ovvero quasi niente) non lascio alla deriva. Sono due notti che non dormo, penso come sia stato possibile tutto questo, come sia stato possibile essere esclusi per una fideiussione (mi sembra di sognare). Ormai è tardi, non si può far niente. Bisogna solo ripartire! Per ripartire però abbiamo bisogno di tutti e quindi anche di te. Al mio rientro dalle ferie vengo a bere un bicchiere di vino da te e "programmiamo" anche noi la nuova stagione. Un abbraccio.
          Chi ama non dimentica le proprie origini... orgogliosi di essere IRPINI!!!

          Commenta


          • #6
            Vincè,
            ciao un cazzo.
            Addò vai?
            "ESSERE SUPERSTIZIOSI È DA IGNORANTI, NON ESSERLO PORTA MALE" (E. De Filippo)

            Commenta


            • #7
              Originariamente inviato da Aldair Visualizza il messaggio
              Vincè,
              ciao un cazzo.
              Addò vai?
              Quando si dice: attivare la diplomazia ... :-)
              _______________________________________________
              My personal blog: DAL CANNOLO ALL'AMARONE: http://pianetamobys.wordpress.com/

              Commenta


              • #8
                Devo ammettere che l'idea di mollare mi è venuta anche a me, ma certi amori fanno dei giri immensi e poi ritornano e quindi sarò ancora presente su quei gradoni
                Finchè vivrò
                Canterò
                Forza Avellino
                Ti sarò sempre vicino...

                Commenta

                attendi...
                X