annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Il campionato dei lupi in prestito

Comprimi
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • ErNanna
    ha iniziato la discussione Il campionato dei lupi in prestito

    Il campionato dei lupi in prestito

    Panatti ---------> Como (Lega Pro Prima Divisione)
    Vigliotta ---------> Novese (Serie D gir.A)
    Di Costanzo ---------> Pomigliano (Serie D gir. I)
    Morbidelli ----------> Agropoli (Serie D gir. I)
    Pellegrino ----------> Agropoli (Serie D gir. I)

    Prima giornata:

    Vigliotta non scende in campo nella partita Novese-Asti.
    Il giovane portiere Di Costanzo ha giocato titolare nella sconfitta casalinga contro l'Akragas.
    Infine Panatti è rimasto per tutta la partita in panchina nella sconfitta esterna del Como contro l'Entella.
    Morbidelli non convocato e Pellegrino in panchina nella vittoria dell'Agropoli sul Due Torri.


    Riassumendo:

    Di Costanzo 1 pres. - 1 gol sub.
    Panatti 0 pres - 0 gol
    Vigliotta 0 pres. - 0 gol
    Morbidelli 0 pres. - 0 gol
    Pellegrino 0 pres. - 0 gol
    Ultima modifica di ErNanna; 03-09-2013, 20:13.

  • Passionelupi
    ha risposto
    Originariamente inviato da ErNanna Visualizza il messaggio

    Lo so, ne ho visti di campi in Europa avanzata... era per questo che ho detto che la cosa era emblematica riguardo allo stato delle nostre strutture.
    Questa delle strutture fatiscenti è una delle spiegazioni valide del calo dinspettatori in Italia. Altro che pay tv. Quelle ci sono dapertutto.

    Lascia un commento:


  • granlupo
    ha risposto
    dudelange ha fatto qualche partitella in champions...magari sarà unico centro sportivo accettabile del paese.
    Lussemburgo è ricco per cui potrebbe pure avere strutture decenti quella (sola) squadra
    ecco le foto http://www.dudelange.lu/fr/Pages/Cen...-Hartmann.aspx
    27 milioni di euro...alla faccia del.... http://www.lessentiel.lu/fr/luxembou...lange-27409083
    Sul resto non commento...Avellino Catania è l'emblema del suo essere punta...
    Ultima modifica di granlupo; 04-03-2018, 19:59.

    Lascia un commento:


  • ErNanna
    ha risposto
    Originariamente inviato da Guglielmo Tell Visualizza il messaggio

    Emanuè, eppure forse ha ragione. Ti parlo della Svizzera (ma non penso che in Lussenburgo sia tanto peggio)........qui anche paesi di 10'000 abitanti (con prime squadre che militano in prima categoria) hanno dei centri sportivi migliori di Avellino.... credimi. Su campi come il campo B di Avellino o il campo di Mercogliano......in Svizzera ci ho giocato un paio di volte quando avevo 13-14 anni..........e ti sto parlando di più di 30 anni fà.......Emanuè, io penso che, su questo punto, non abbia tanto torto!
    Lo so, ne ho visti di campi in Europa avanzata... era per questo che ho detto che la cosa era emblematica riguardo allo stato delle nostre strutture.

    Lascia un commento:


  • Guglielmo Tell
    ha risposto
    Originariamente inviato da ErNanna Visualizza il messaggio



    Emblematico come una squada di B italiana abbia strutture peggiori di quelle di una squadra di un campionato (semi)amatoriale come quello lussemburghese. Non ho avuto il coraggio di continuare oltre.
    Emanuè, eppure forse ha ragione. Ti parlo della Svizzera (ma non penso che in Lussenburgo sia tanto peggio)........qui anche paesi di 10'000 abitanti (con prime squadre che militano in prima categoria) hanno dei centri sportivi migliori di Avellino.... credimi. Su campi come il campo B di Avellino o il campo di Mercogliano......in Svizzera ci ho giocato un paio di volte quando avevo 13-14 anni..........e ti sto parlando di più di 30 anni fà.......Emanuè, io penso che, su questo punto, non abbia tanto torto!

    Lascia un commento:


  • cuorebiancoverde
    ha risposto
    Originariamente inviato da lupoveneziano Visualizza il messaggio
    A me sembrano tanto le frasi di un montato, con fiorentina e verona non trovava posto nemmeno con la primavera, se fossi in lui penserei a tutti i gol che si è mangiato invece di sputare sul piatto dove ha mangiato.
    non voglio essere troppo cattivo ma quelle frasi sono dette da chi pensava di essere un grande a 18 anni ma ora piano piano sta capendo in cuor suo che più di un campionato semi-amatoriale non può aspirare

    Lascia un commento:


  • lupoveneziano
    ha risposto
    A me sembrano tanto le frasi di un montato, con fiorentina e verona non trovava posto nemmeno con la primavera, se fossi in lui penserei a tutti i gol che si è mangiato invece di sputare sul piatto dove ha mangiato.

    Lascia un commento:


  • ErNanna
    ha risposto
    Originariamente inviato da Aldair Visualizza il messaggio
    Non conosco il francese, Google translate sì


    Non è troppo difficile atterrare come hai fatto in pieno gennaio in un gruppo che ha già vissuto mezza stagione insieme?

    Ok, il mio acclimatamento è andato bene. Sono stato molto ben accolto. La squadra stava vivendo bene e questo rende le cose più facili. È più facile entrare in un gruppo che è sano. Accumulare vittorie aiuta sempre a ottenere quella pace. Sul campo, Dudelange gioca una partita più moderna di Avellino, la mia ex squadra di Serie B. Quest'ultima tendeva a praticare un calcio più diretto sui secondi palloni. Non sono sicuro, tuttavia, che il miglior team di Avellino che ho conosciuto durante il mio tempo fosse un livello più alto dell'attuale F91. In termini di infrastrutture (terreni, spogliatoi, palestra ...), quello che ho scoperto a Dudelange è anche molto più professionale che in Italia. Anche se fosse D2, tutto era piuttosto rudimentale ...

    Hai superato il primo round del campionato a Teramo, nella D3 italiana. Ecco dove ti ha prestato Avellino. Lasciando l'Italia per il Lussemburgo quando hai solo 21 anni, questo potrebbe sorprendere ...

    La proposta di Dudelange arrivò in un momento in cui volevo cambiare aria. Quindi, anche se eravamo ancora abbastanza presto nella finestra di trasferimento di gennaio, non ho necessariamente aspettato di vedere se altre proposte sarebbero arrivate sulla scrivania del mio agente. Ho visto in questa opportunità la possibilità di avvicinarmi alla casa di famiglia, visto che vengo da Bruxelles.

    Non stava andando bene in Italia?

    Non sono stato gettato. L'allenatore ha anche fatto il forzante prima di andare a tenermi. In termini di statistiche, ho dovuto prendere parte a 13 delle 16 o 17 partite della mia squadra nella prima metà della stagione. Quando contiamo di aver perso due partite a causa di un infortunio, non è male. Ma ero un po 'troppo in panchina per i miei gusti. Non mi è piaciuto. E poi, ho iniziato ad avere un po 'di nostalgia di casa.

    Quando hai lasciato, nell'estate del 2014, l'Anderlecht per entrare a far parte di Avellino e la D2 italiana, dovevi avere in mente altre prospettive?

    Avevo appena compiuto 18 anni e ho optato per il D2 italiano piuttosto che per un club di Serie A dove mi è stato detto che avrei fatto la preparazione con la prima squadra, facendomi capire che avrei giocato soprattutto con il Primavera (nota: la riserva). Ho avuto delle proposte sul tavolo della Fiorentina e di Hellas Verona. Ma, al momento, stavo lasciando la riserva di Anderlecht e, sinceramente, non pensavo che l'evoluzione allo stesso livello, anche in Serie A, sarebbe un passo avanti. Al contrario, anche se mi è stato proposto in serie B di evolvere con la prima squadra. Questa mi è sembrata l'opzione migliore per mostrarmi e cercare di evolvere il più presto possibile in italiano D1. La mia prima stagione lì mi ha dato ragione altrove. Poi un cambio di allenatore ha cambiato le cose ...

    Non avevi in ​​mente che tre anni e mezzo dopo ti ritrovavi in ​​Lussemburgo ...

    Questo può sembrare un grosso passo indietro vista la notorietà del Lussemburgo, ma non penso che sia così. Mentre il campionato di serie B è più alto, ma vengo qui per farmi rivivere, pur essendo più vicino al mio. Sperando anche di prendere parte ai turni preliminari della Champions League.


    Emblematico come una squada di B italiana abbia strutture peggiori di quelle di una squadra di un campionato (semi)amatoriale come quello lussemburghese. Non ho avuto il coraggio di continuare oltre.

    Lascia un commento:


  • Aldair
    ha risposto
    Originariamente inviato da ErNanna Visualizza il messaggio
    Che dice Qualcuno che sa il francese per favore

    http://www.lequotidien.lu/a-la-une/mohamed-soumare/
    Non conosco il francese, Google translate sì


    Non è troppo difficile atterrare come hai fatto in pieno gennaio in un gruppo che ha già vissuto mezza stagione insieme?

    Ok, il mio acclimatamento è andato bene. Sono stato molto ben accolto. La squadra stava vivendo bene e questo rende le cose più facili. È più facile entrare in un gruppo che è sano. Accumulare vittorie aiuta sempre a ottenere quella pace. Sul campo, Dudelange gioca una partita più moderna di Avellino, la mia ex squadra di Serie B. Quest'ultima tendeva a praticare un calcio più diretto sui secondi palloni. Non sono sicuro, tuttavia, che il miglior team di Avellino che ho conosciuto durante il mio tempo fosse un livello più alto dell'attuale F91. In termini di infrastrutture (terreni, spogliatoi, palestra ...), quello che ho scoperto a Dudelange è anche molto più professionale che in Italia. Anche se fosse D2, tutto era piuttosto rudimentale ...

    Hai superato il primo round del campionato a Teramo, nella D3 italiana. Ecco dove ti ha prestato Avellino. Lasciando l'Italia per il Lussemburgo quando hai solo 21 anni, questo potrebbe sorprendere ...

    La proposta di Dudelange arrivò in un momento in cui volevo cambiare aria. Quindi, anche se eravamo ancora abbastanza presto nella finestra di trasferimento di gennaio, non ho necessariamente aspettato di vedere se altre proposte sarebbero arrivate sulla scrivania del mio agente. Ho visto in questa opportunità la possibilità di avvicinarmi alla casa di famiglia, visto che vengo da Bruxelles.

    Non stava andando bene in Italia?

    Non sono stato gettato. L'allenatore ha anche fatto il forzante prima di andare a tenermi. In termini di statistiche, ho dovuto prendere parte a 13 delle 16 o 17 partite della mia squadra nella prima metà della stagione. Quando contiamo di aver perso due partite a causa di un infortunio, non è male. Ma ero un po 'troppo in panchina per i miei gusti. Non mi è piaciuto. E poi, ho iniziato ad avere un po 'di nostalgia di casa.

    Quando hai lasciato, nell'estate del 2014, l'Anderlecht per entrare a far parte di Avellino e la D2 italiana, dovevi avere in mente altre prospettive?

    Avevo appena compiuto 18 anni e ho optato per il D2 italiano piuttosto che per un club di Serie A dove mi è stato detto che avrei fatto la preparazione con la prima squadra, facendomi capire che avrei giocato soprattutto con il Primavera (nota: la riserva). Ho avuto delle proposte sul tavolo della Fiorentina e di Hellas Verona. Ma, al momento, stavo lasciando la riserva di Anderlecht e, sinceramente, non pensavo che l'evoluzione allo stesso livello, anche in Serie A, sarebbe un passo avanti. Al contrario, anche se mi è stato proposto in serie B di evolvere con la prima squadra. Questa mi è sembrata l'opzione migliore per mostrarmi e cercare di evolvere il più presto possibile in italiano D1. La mia prima stagione lì mi ha dato ragione altrove. Poi un cambio di allenatore ha cambiato le cose ...

    Non avevi in ​​mente che tre anni e mezzo dopo ti ritrovavi in ​​Lussemburgo ...

    Questo può sembrare un grosso passo indietro vista la notorietà del Lussemburgo, ma non penso che sia così. Mentre il campionato di serie B è più alto, ma vengo qui per farmi rivivere, pur essendo più vicino al mio. Sperando anche di prendere parte ai turni preliminari della Champions League.

    Lascia un commento:


  • ErNanna
    ha risposto
    Che dice Qualcuno che sa il francese per favore

    http://www.lequotidien.lu/a-la-une/mohamed-soumare/

    Lascia un commento:


  • cuorebiancoverde
    ha risposto
    Originariamente inviato da Aldair Visualizza il messaggio
    Confermata la rottura completa del tendine d'Achille per Mokulu.
    hanno usato il flexs? mi sembra impossibile che si possa essere rotto un colosso del genere

    Lascia un commento:


  • lupoveneziano
    ha risposto
    Originariamente inviato da Aldair Visualizza il messaggio
    Confermata la rottura completa del tendine d'Achille per Mokulu.
    Quando c'è la rottura totale, devono passare almeno 6 mesi dopo l'operazione per riprendersi, quindi stagione finita, chissà se la cremonese lo riscatterà lo stesso, fino ad ora aveva fatto bene ed è un pupillo di Tesser

    Lascia un commento:


  • Aldair
    ha risposto
    Confermata la rottura completa del tendine d'Achille per Mokulu.

    Lascia un commento:


  • ErNanna
    ha risposto
    Arciello (che a quanto dicevano era il migliore in primavera lo scorso anno) si e' fatto la 3a tribuna di fila. Al momento, se non e' infortunato, gli va larga pure la D di alta classifica a quanto pare. Ma come si fa ad andare avanti senza cacciarne mezzo di giocatore visto dal settore giovanile il top del top che abbiamo cacciato ultimamente e' stato Ventola?

    Lascia un commento:


  • ballacoilupi
    ha risposto
    Tesser è l'allenatore ideale per Mokulu

    Lascia un commento:

attendi...
X