annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

De Vito tu la coscienza come la tieni?

Comprimi
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • #46
    Originariamente inviato da Varg Visualizza il messaggio
    Magari De Vito aspetta l'assoluzione e poi si dimette. Ipotesi, non ne so nulla.
    Comunque, responsabilità a parte, credo che allontanare adesso il DS possa essere un modo per deresponsabilizzare ulteriormente i calciatori. Per la serie, la colpa è di chi vi allenava e di chi vi ha messo insieme.
    de vito deve salvare l'avellino...deve redimere quella difesaccia costruita ad agosto, compensando l'handicap messo , una penalizzazione perenne non rimediata a gennaio
    Ultima modifica di granlupo; 12-04-2018, 09:15.
    TACCONE METTI QUESTI SLOGAN NELLO SPOGLIATOIO ...
    cinci sub noi PÄŤ Najhoršie než my , CINQ AU DESSOUS DE NOUS , FIVE BENEATH US, VYF HIERONDER AAN ONS, ПЕТ под нама, CINCO BAJO NOSOTROS, cinco embaixo de nós, pesë poshtë nesh

    Commenta


    • #47
      Originariamente inviato da Varg Visualizza il messaggio
      Magari De Vito aspetta l'assoluzione e poi si dimette.
      De Vito è contentissimo per l'assoluzione, che gli restituisce la serenità persa nell'ultimo anno.

      Non ha nessuna intenzione di dimettersi, essendo convinto di aver allestito una squadra che può centrare la salvezza, e avendone avuto una piccola conferma appena lunedì.

      Poi a fine campionato ognuno farà le proprie valutazioni e prenderà le proprie decisioni. Fermo restando che De Vito è pur sempre un dipendente della società e anche lui può essere esonerato e sostituito in qualsiasi momento.

      "...Soy una raya en el mar, fantasma en la ciudad, mi vida va prohibida dice la autoridad... Solo voy con mi pena, sola va mi condena, correr es mi destino por no llevar papel... Perdido en el corazón de la grande Babylon, me dicen el clandestino, yo soy el quiebra ley..."

      http://www.youtube.com/watch?v=P7kZsCgE5lQ

      Commenta


      • #48
        Originariamente inviato da Paolo79 Visualizza il messaggio

        De Vito è contentissimo per l'assoluzione, che gli restituisce la serenità persa nell'ultimo anno.

        Non ha nessuna intenzione di dimettersi, essendo convinto di aver allestito una squadra che può centrare la salvezza, e avendone avuto una piccola conferma appena lunedì.

        Poi a fine campionato ognuno farà le proprie valutazioni e prenderà le proprie decisioni. Fermo restando che De Vito è pur sempre un dipendente della società e anche lui può essere esonerato e sostituito in qualsiasi momento.
        Io continuo a pensare che De Vito è un buon ds (d'altronde confermato anche da Novellino stesso). Ê chiaro che dove si lavora è lecito anche sbagliare ogni tanto! Comunque se riusciremo a salvarci.......per me è assolutamente da riconfermare. Non dimentichiamo in che contesto complicato lavora.........

        Ps. Una sola cosa non gli ho ancora perdonato.....e sapete tutti quale .....!
        Ultima modifica di Guglielmo Tell; 12-04-2018, 10:05.

        Commenta


        • #49
          Qua non si tratta di perdonare o meno, si tratta di valutare un operato svolto. Senza necessariamente dover raggiungere traguardi prima di farlo. Sperando ovviamente di salvarci, ci sono fatti oggettivi, che non vanno dimenticati, andrebbero ricordati anzi solo per incentivare maggiore attenzione quando si fanno le cose, a prescindere dal raggiungimento dell'obbiettivo.
          Un reparto difensivo che non viene acchiappato manco per sbaglio (Ngawa è "n'ato belga" che non è stato preso da De Vito) da 3 stagioni consecutive, si può valutare? Un centrocampo che ha 2 soli uomini di filtro (Wilmots è "n'ato belga" che non è stato preso da De Vito) si può valutare? Un calciomercato invernale che ti vede prendere Morero per salvare una difesa oscena si può valutare? Una batteria di attaccanti composta da soli 3 uomini per affrontare 42 partite si può valutare?
          Sto topic non vuole essere una messa al rogo o un processo ma, siccome siamo su un forum frequentato da gente educata e civile fatta eccezione per chi conferma la regola, trovo se ne possa parlare tranquillamente immaginando che ognono basi le proprie tesi sull'amore per il lupo e non per conoscenze, simpatie o antipatie personali.
          Non se ne può parlre adesso? No problem, sono d'accordo sul compattarsi tutti per tirare la fune tutti dallo stesso lato.

          IRPINIA LIBERA

          Commenta


          • #50
            Originariamente inviato da Nicola Visualizza il messaggio

            Novellino anche dopo l'esonero lo ha difeso, definendolo un "grande" direttore sportivo. 5° allenatore in 3 anni? La verità è che dopo l'improvviso abbandono di Rastelli la società aveva ingaggiato in fretta e furia Tesser, persona dalle grandi doti umane, ma che ha dimostrato di non essere proprio un grande allenatore. La sua "salvezza" sono state quelle sette vittorie consecutive, ottenute con una miracolosa solidità difensiva, dovuta all'arretramento di Jiday come centrale di difesa (a causa dei numerosi infortuni). Dopodiché alla nostra squadra è successo quello che sta accadendo oggi alla Cremonese. Visti i rumori della piazza (che chiedeva a gran voce l'esonero), la società, in accordo con il ds, optò per il cambio di panchina, che non fu proprio una grande scelta (perché, vale sempre la pena ricordarlo, errare è umano). A quel punto, visto che Tesser era ancora un dipendente della nostra società, presidente e ds decisero di richiamarlo (e grazie al cielo la squadra riuscì a raggiungere la salvezza). L'anno dopo si decise di puntare sui giovani e su un allenatore sanguigno (che è proprio quello che NON serve alla piazza di Avellino) e fu ingaggiato Toscano. Avevamo una signora squadra, ma Toscano non riuscì a trovare il bandolo della matassa (anche a causa dell'improvviso cambio di modulo, comunicato alla società a metà agosto). Poi c'è stato l'avvento di Novellino, pessimo inizio (1 punto in 3 partite, di cui due in casa) e ottimo fine girone di andata/inizio ritorno. Dopo la partita di Pisa l'Avellino rischiò davvero grosso, ma riuscì lo stesso a centrare la salvezza (in maniera del tutto fortuita, diciamo così). Qui arriva il bello ed entrano in gioco quelli come te (che contestano a prescindere) ed i webeti (quelli che somigliano a te, ma scrivono su quei due gruppi di Facebook che hanno contribuito al peggioramento della nostra tifoseria, portandola alla quasi morte)... perché è proprio da quei due gruppi che è partita la campagna pro Novellino, sostenendo la teoria che lo stesso fosse legato al mitico Gubby (il Berlusca d'Irpinia, che sognava l'asticella alzata) e che quindi in caso di mancata cessione della società al magnate di Montequalcosa, il montemaranese sarebbe andato via. La piazza voleva a tutti i costi la riconferma di Monzon e Taccone (sbagliando) l'ha accontentata. Buon inizio di campionato ed alle prime difficoltà squadra sciolta come la neve al sole. Inutile ripetere tutti gli errori fatti da Novellino, ormai sono cosa nota. Presidente e ds hanno cercato di resistere fino all'ultimo e non optare per l'ennesimo cambio di panchina, ma il baratro era ad un passo ed è arrivato un umile allenatore, Foscarini. Se quest'ultimo riesca a condurre la squadra alla salvezza non lo so, ma l'inizio è stato abbastanza promettente... purtroppo però all'interno della nostra tifoseria ci sono quelli come te che continuano ad accusare Taccone e De Vito di essere il male assoluto di questa piazza, ben supportati dai famosi "webeti", che invece si sono concentrati sui calciatori, accusandoli di essere mercenari. In mezzo a tutti questo schifo ci sono i veri tifosi, quelli che attendono la sentenza di stasera (abbastanza fiduciosi) e sperano nel colpaccio in quel di Chiavari, per raggiungere quanto prima la tanto agognata salvezza.
            Nicola tutti hanno visto la trasformazione dell'Avellino di novellino dall'Avellino di toscano. I punti non arrivarono subito perché l'Ascoli ad Avellino venne a fare una rapina a mano armata con complici arbitro e segnalinee. Poi ad un passò dai play off ci fu la debacle col Perugia. Possiamo anche dire che dopo Pisa si pensava tutti alle vacanze a partire dal vertice societario all'ultimo dei panchinari. Io il brutto finale di stagione non lo imputò a novellino ma ad un rilassamento di tutto a seguito di un obiettivo che sembrava raggiunto. Confermare novellino per me è stata una cosa voluta da tutti ed anche giusta, purtroppo poi si sono create tante aspettative allestendo poro una squadra non all'altezza di queste. Io in tutto questo non vedo però grossi errori da parte del DS, è andato a milano senza soldi ed ha fatto ciò che ha potuto. Invece l'esonero di Tesser è stato colpa sua.

            Commenta


            • #51
              Originariamente inviato da Paolo79 Visualizza il messaggio

              De Vito è contentissimo per l'assoluzione, che gli restituisce la serenità persa nell'ultimo anno.

              Non ha nessuna intenzione di dimettersi, essendo convinto di aver allestito una squadra che può centrare la salvezza, e avendone avuto una piccola conferma appena lunedì.

              Poi a fine campionato ognuno farà le proprie valutazioni e prenderà le proprie decisioni. Fermo restando che De Vito è pur sempre un dipendente della società e anche lui può essere esonerato e sostituito in qualsiasi momento.
              Indipendentemente dal bilancio più positivo /più negativo, a seconda dei punti di vista, che si può fare su De Vito,
              gli riconosco un attaccamento non comune all'ambiente (che di per sé è una mezza garanzia) e l'aver dovuto fare spesso, come si dice, le nozze con i fichi secchi.

              Commenta


              • #52
                Originariamente inviato da Paolo79 Visualizza il messaggio

                De Vito è contentissimo per l'assoluzione, che gli restituisce la serenità persa nell'ultimo anno.

                Non ha nessuna intenzione di dimettersi, essendo convinto di aver allestito una squadra che può centrare la salvezza, e avendone avuto una piccola conferma appena lunedì.

                Poi a fine campionato ognuno farà le proprie valutazioni e prenderà le proprie decisioni. Fermo restando che De Vito è pur sempre un dipendente della società e anche lui può essere esonerato e sostituito in qualsiasi momento.

                so contento per l'assoluzione, il de vito uomo non si discute ma il de vito ds sì. quindi a fine campionato adda capiì che o cliclo e fenuto pure pe isso, se è persona intelligente ci arriva
                Ultima modifica di ballacoilupi; 12-04-2018, 12:36.
                Forza Avellino, sempre e comunque

                Commenta


                • #53
                  Originariamente inviato da ErNanna Visualizza il messaggio
                  Qua non si tratta di perdonare o meno, si tratta di valutare un operato svolto. Senza necessariamente dover raggiungere traguardi prima di farlo. Sperando ovviamente di salvarci, ci sono fatti oggettivi, che non vanno dimenticati, andrebbero ricordati anzi solo per incentivare maggiore attenzione quando si fanno le cose, a prescindere dal raggiungimento dell'obbiettivo.
                  Un reparto difensivo che non viene acchiappato manco per sbaglio (Ngawa è "n'ato belga" che non è stato preso da De Vito) da 3 stagioni consecutive, si può valutare? Un centrocampo che ha 2 soli uomini di filtro (Wilmots è "n'ato belga" che non è stato preso da De Vito) si può valutare? Un calciomercato invernale che ti vede prendere Morero per salvare una difesa oscena si può valutare? Una batteria di attaccanti composta da soli 3 uomini per affrontare 42 partite si può valutare?
                  Sto topic non vuole essere una messa al rogo o un processo ma, siccome siamo su un forum frequentato da gente educata e civile fatta eccezione per chi conferma la regola, trovo se ne possa parlare tranquillamente immaginando che ognono basi le proprie tesi sull'amore per il lupo e non per conoscenze, simpatie o antipatie personali.
                  Non se ne può parlre adesso? No problem, sono d'accordo sul compattarsi tutti per tirare la fune tutti dallo stesso lato.
                  Non si tratta di simpatia o antipatia. Qui si sta chiedendo le dimissioni in un momento storico del campionato del tutto ininfluente.
                  Per quanto concerne la valutazione, sono il primo a credere che certe responsabilità vadano in capo al DS quando si porta in organico gente come Nitriansky, Nica e Morero, ma occorrerebbe far tesoro anche di quanto si ha a disposizione per investire. Se addossiamo colpe al DS per aver portato autentiche scarzoppole (che prima di essere tali arrivano come vere e proprie scommesse, che a volte vinci e altre volte perdi) non possiamo però dimenticare che questa società (con dovuto rispetto per chi investe) è gestita con 4 lire. Ma anche qui, così come giustifico anche Taccone, ciò che conta è il risultato...e fin qui siamo a 5 stagioni di fila in Serie B e nulla di totalmente precluso per una eventuale sesta gestione.
                  Ultima modifica di Crazy Wolf; 12-04-2018, 13:28.
                  sigpic

                  Commenta


                  • #54
                    Originariamente inviato da Guglielmo Tell Visualizza il messaggio

                    Nicò, tu tutti mi puoi toccare, ma ti prego di precisare la storia di Attilio Tesser sulla nostra panchina! In quella stagione l'obiettivo stagionale era arrivare ad un salvezza tranquilla, e una volta raggiunta, puntare a qualcosa di più importante. Attilio a 10 giornate dalla fine del campionato aveva raggiunto 43pt......praticamente la salvezza era lì ad un passo! Tu parli che la piazza chiedeva a gran voce il suo esonero.........sbagliato (basta vedere come fu salutato dalla piazza nella sua ultima partita al Partenio).........sono stati i ds, dg e vicepresidente a voler il suo esonero, perchè pensavano veramente che avevano costruito una squadra da play-off! La scelta di "Quaquaraqua" fù una scelta scellerata, grottesca e vergognosa.......altro che "errare è umano".....cambiare Tesser con Quaquaraqua fù un suicidio. Se non sarebbero tornati sui loro passi (e Tesser non avrebbe accettato).........quell'anno saremmo andati dritto, dritto in Lega Pro. Attilio con solo 2 partite (perdipiù fuoricasa con 2 dirette concorrenti) salvò la baracca che faceva acqua da tutte le parti! Senza il ritorno di Tesser, oggi col cazzo che l'Avellino giocava in B........cerchiamo di non stravolgere la realtà!
                    Gugliè, io sono il primo a non dubitare delle grandi doti umane di Tesser, ma per me non è un grande allenatore (ripeto, basta vedere quanto sta accadendo a Cremona). Riconosco anche io l'errore del presidente e del ds quando fu deciso di ingaggiare Marcolin, ma la società riconoscendo l'errore richiamò il buon Attilio (a cui va riconosciuta la salvezza, anche in virtù di quanto fatto prima). Non mi sembra che io abbia stravolto la realtà.
                    Chi ama non dimentica le proprie origini... orgogliosi di essere IRPINI!!!

                    Commenta


                    • #55
                      Originariamente inviato da concreto Visualizza il messaggio

                      Nicola tutti hanno visto la trasformazione dell'Avellino di novellino dall'Avellino di toscano. I punti non arrivarono subito perché l'Ascoli ad Avellino venne a fare una rapina a mano armata con complici arbitro e segnalinee. Poi ad un passò dai play off ci fu la debacle col Perugia. Possiamo anche dire che dopo Pisa si pensava tutti alle vacanze a partire dal vertice societario all'ultimo dei panchinari. Io il brutto finale di stagione non lo imputò a novellino ma ad un rilassamento di tutto a seguito di un obiettivo che sembrava raggiunto. Confermare novellino per me è stata una cosa voluta da tutti ed anche giusta, purtroppo poi si sono create tante aspettative allestendo poro una squadra non all'altezza di queste. Io in tutto questo non vedo però grossi errori da parte del DS, è andato a milano senza soldi ed ha fatto ciò che ha potuto. Invece l'esonero di Tesser è stato colpa sua.
                      Per me l'Avellino di quest'anno non è scarsa, basta vedere con che tipo di rosa altre squadre lottano per i play-off. Pecchiamo al centro della difesa, soprattutto in termini di esperienza, ma Ngawa e Migliorini non sembrano degli sprovveduti.

                      Chi ama non dimentica le proprie origini... orgogliosi di essere IRPINI!!!

                      Commenta


                      • #56
                        Originariamente inviato da Nicola Visualizza il messaggio

                        Gugliè, io sono il primo a non dubitare delle grandi doti umane di Tesser, ma per me non è un grande allenatore (ripeto, basta vedere quanto sta accadendo a Cremona). Riconosco anche io l'errore del presidente e del ds quando fu deciso di ingaggiare Marcolin, ma la società riconoscendo l'errore richiamò il buon Attilio (a cui va riconosciuta la salvezza, anche in virtù di quanto fatto prima). Non mi sembra che io abbia stravolto la realtà.
                        Nicò, non hai stravolto la realtà......ma ho avuto la sensazione che hai minimizzato il suo lavoro qui ad Avellino. Per me quell'anno la salvezza ha un solo nome: Attilio Tesser! Che poi non lo ritieni un grande allenatore è un tuo pensiero che non condivido ma che rispetto, ci mancherebbe altro! Cremona? Riesce a riportare i grigiorossi in B dopo 12anni (al suo primo anno in panchina) e inoltre li fa disputare un girone d'andata strepitoso per una neorpromossa! Ora stanno in crisi, questo è vero, mi sembra che non vincono da 12 turni..........ma guarda anche la situazione infortuni della rosa..........se a noi è tragica a loro è devastante!
                        Ultima modifica di Guglielmo Tell; 12-04-2018, 14:04.

                        Commenta


                        • #57
                          Originariamente inviato da Guglielmo Tell Visualizza il messaggio

                          Nicò, non hai stravolto la realtà......ma ho avuto la sensazione che hai minimizzato il suo lavoro qui ad Avellino. Per me quell'anno la salvezza ha un solo nome: Attilio Tesser! Che poi non lo ritieni un grande allenatore è un tuo pensiero che non condivido ma che rispetto, ci mancherebbe altro! Cremona? Riesce a riportare i grigiorossi in B dopo 12anni (al suo primo anno in panchina) e inoltre li fa disputare un girone d'andata strepitoso per una neorpromossa! Ora stanno in crisi, questo è vero, mi sembra che non vincono da 12 turni..........ma guarda anche la situazione infortuni della rosa..........se a noi è tragica a loro è devastante!
                          No, riconosco i meriti di Tesser (pur non essendo un suo estimatore) e ricordo che anche all'epoca avevamo una rosa di tutto rispetto (Biraschi, Bastien, Trotta, Arini, Jiday, Chiosa, mettici anche Insigne, Castaldo e D'Angelo)... abbiamo faticato (e non poco) all'inizio, ma dopo ci siamo rimessi in carreggiata (alla grande, con quel famoso filotto di vittorie). Per quel che concerne la cremonese io credo che bisogna fare attenzione, non sarebbe la prima volta che una squadra allestita per campionati di vertice finisca per essere invischiata in zona retrocessione (Livorno docet)
                          Chi ama non dimentica le proprie origini... orgogliosi di essere IRPINI!!!

                          Commenta


                          • #58
                            Originariamente inviato da Nicola Visualizza il messaggio

                            No, riconosco i meriti di Tesser (pur non essendo un suo estimatore) e ricordo che anche all'epoca avevamo una rosa di tutto rispetto (Biraschi, Bastien, Trotta, Arini, Jiday, Chiosa, mettici anche Insigne, Castaldo e D'Angelo)... abbiamo faticato (e non poco) all'inizio, ma dopo ci siamo rimessi in carreggiata (alla grande, con quel famoso filotto di vittorie). Per quel che concerne la cremonese io credo che bisogna fare attenzione, non sarebbe la prima volta che una squadra allestita per campionati di vertice finisca per essere invischiata in zona retrocessione (Livorno docet)
                            Non so dove hai letto che hanno allestito una squadra con l'obiettivo di fare un campionato di vertice........io l'intervista di Tesser ad inizio campionato l'ho sentita con le mie orecchie: lui ha detto apertamente che il primo obiettivo è la salvezza!

                            Commenta


                            • #59
                              Originariamente inviato da Guglielmo Tell Visualizza il messaggio

                              Non so dove hai letto che hanno allestito una squadra con l'obiettivo di fare un campionato di vertice........io l'intervista di Tesser ad inizio campionato l'ho sentita con le mie orecchie: lui ha detto apertamente che il primo obiettivo è la salvezza!
                              L'obiettivo dichiarato è per tutti la salvezza... hanno comprato gente abbastanza importante (Arini aveva conquistato la serie A a Ferrara).
                              Chi ama non dimentica le proprie origini... orgogliosi di essere IRPINI!!!

                              Commenta

                              attendi...
                              X