annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

Pagelle stagionali: calciatori, allenatori e dirigenza

Comprimi
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi

  • Pagelle stagionali: calciatori, allenatori e dirigenza

    Lo apro per abitudine. A mente fredda, ripercorrendo il film della stagione, mi aspetto un po' il contributo di tutti in questo topic con voti singoli o giudizi complessivi (insomma un po' come ca...o vi pare) sulle tre componenti.
    un vuoto temporale che ogni tifoso irpino deve creare nella storia del lupo...2009/18.. il nulla.

  • #2
    Ci sta questo pagellone, impegnativo ma ci sta. Poi vediamo.

    Come lo scorso anno, però, inizio con dare il voto a chi per la seconda volta consecutiva si vede accontentato nella sua richiesta/preghiera scritta e ripetuta in più lingue dell'Angelus papale.

    granlupo 5 - cinque, come le squadre che invoca ci seguano in classifica; ok, ci siamo salvati, obiettivo raggiunto: ma che cazzo ti costa chiedere "21 sotto a noi"?
    "ESSERE SUPERSTIZIOSI È DA IGNORANTI, NON ESSERLO PORTA MALE" (E. De Filippo)

    Commenta


    • #3
      in quanto tifoso e non intenditore di pallone, mi astengo perché non sarei corretto

      Commenta


      • #4
        Con calma, nel pomeriggio, cercherò di stilare le pagelle anche io. Nel frattempo dissento da chi dice "via tutti", perché ieri sera questa squadra ha dimostrato di essere un gruppo unito e tutti hanno mostrato un attaccamento alla maglia non indifferente (dai prestiti, vedi Morosini e Marchizza, fino agli infortunati Lasik, Pecorini). Fa eccezione Bidaoui, che non ho visto da nessuna parte.
        Chi ama non dimentica le proprie origini... orgogliosi di essere IRPINI!!!

        Commenta


        • #5
          Sei a tutti di media squadra, perché hanno semplicemente svolto il compitino minimo, senza emozioni. Spero che la società abbia capito gli errori fatti in questi due anni e ne faccia un punto di forza per la prossima stagione. Spero inoltre che giochetti fatti da Taccone, vedi Sidigas e Italpol, per avere soldi liquidi che gli salvino il c..o, finiscono perché non potrà andare avanti così all’avventura senza una copertura economica effettiva. A un certo punto i “fessi” finiscono e finisci per trovarti con le pezze al c..lo.
          Posso anche non essere d'accordo con te, ma farò di tutto perchè tu possa parlare.
          Io non perdo mai: o vinco o imparo.

          Commenta


          • #6
            PORTIERI:

            Radu 6,5 (il migliore): ennesima intuizione (tra i pali) del nostro ds. Nonostante la giovane età e l'infortunio subito lo scorso anno, ha dimostrato di essere un ottimo portiere, anche con i piedi (nonostante qualche rischio di troppo);

            Lezzerini 6: ben messo fisicamente e sicuro tra i pali, deve migliorare (molto) nelle uscite e, soprattutto, nella reattività (vedi gol con il Bari);

            Iuliano sv;

            Casadei sv.


            DIFENSORI:

            Falasco 6: parte in sordina, come tutta la difesa. Sicuramente più bravo ad attaccare che a difendere, nel finale di campionato non ha affatto demeritato;

            Rizzato 5,5: da lui mi sarei aspettato qualcosina in più, gli infortuni lo hanno penalizzato (lui che non aveva mai saltato una partita prima di quest'anno), ma in generale non ha (forse) portato quell'esperienza che tutti ci aspettavamo;

            Migliorini 6,5: con la sua struttura fisica non è facilissimo entrare in forma e, purtroppo, si incappa spesso in infortuni. Quando ha giocato non ha mai demeritato ed è sempre stato un lottatore.

            Ngawa 7 (il migliore): un errore a Parma, poi tantissime partite al top... ricordo ancora quanti lo prendevano per il culo ad agosto.

            Kresic 5,5: bravo in fase offensiva ed alcune volte si è dimostrato sicuro anche in quella difensiva, salvo poi commettere errori da dilettante;

            Marchizza 5,5: è venuto qui a farsi, il problema è stata l'aspettativa che il Presidente aveva riposto in lui, facendo passare per un eccellente calciatore (che non è);

            Morero 5: acquisto sbagliato, sotto tutti i punti di vista. Due cose buone: lo zampino nel pareggio ad Empoli e la partita con l'Entella;

            Suagher 4,5: un disastro, giocatore scarso e poco intelligente (basta vedere le espulsioni rimediate);

            Pecorini 6: giocatore discreto, che quando impiegato nel suo ruolo naturale (terzino) non ha affatto sfigurato. Mi auguro possa restare, anche per smentire quel grande uomo di merda di Baris.ANO che in un recente video ridicolizzava sul suo cognome;

            Laverone 6,5: campionato senza infamia e senza lode (con la fase difensiva di quest'anno non era facile far di meglio), mezzo voto in più per la straordinaria "diagonale difensiva" di Ascoli.


            CENTROCAMPISTI

            Molina 6: giocatore di una generosità inaudita, ma (a mio giudizio) tatticamente indisciplinato che diventa irritante quando non è in giornata. Pericoloso schierarlo in un eventuale 4-4-2, in virtù del fatto che gioca stabilmente in zona d'attacco. Con Ascoli e Spezia, nel 4-3-3 ha giocato molto meglio. Bellissima la giocata di ieri sera per il gol di Castaldo;

            Vajushi 6,5: bel motorino, inspiegabilmente accantonato da Novellino. Quando ha giocato ha sempre detto la sua, nonostante i problemi fisici che non hanno risparmiato neanche lui;

            Di Tacchio 7 (il migliore): le ha giocate quasi tutte ed ha lottato sempre, anche quando la condizione fisica non lo supportava;

            De Risio 6,5: a me questo calciatore è piaciuto, soprattutto quando Foscarini ha capito come collocarlo in campo;

            D'Angelo 6,5: io dal capitano mi aspetto sempre di più, quest'anno è stato falcidiato dagli infortuni ma ha realizzato due gol (entrambi contro l'Empoli) di vitale importanza. Oggi ha rilasciato una dichiarazione ridicola sulla Salernitana, che poteva tranquillamente risparmiarsi;

            Gavazzi 6,5: veniva da oltre un anno di inattività ed in una stagione dove gli infortuni erano all'ordine del giorno, anche psicologicamente la situazione era pericolosa. Non si è mai tirato indietro e mezzo punto in più va per la doppietta con il Novara. In scadenza di contratto, per me andrà via;

            Wilmots 7: classe 1997, anche lui arriva dal Belgio e anche lui ridicolizzato dalla nostra tifoseria. Ultime tre partite di alto livello, che fanno di lui una risorsa per il futuro (contratto fino al 2019, con opzione per altri due anni). Di pregevole fattura l'inizio dell'azione che ieri sera ha portato al gol di Castaldo;

            Moretti 5: una delusione, in tutti i sensi.

            Paghera 4,5: senza volermi addentrare troppo sulle partite che ha disputato qui, ricordo ancora la foga (dalla panchina) a Vercelli contro di noi. Ridicolo;

            Lasik 6,5: di stima, per un ragazzo generosissimo, a cui mi auguro un rinnovo di contratto (è in scadenza);

            Bidaoui 5: tecnicamente il migliore della rosa, si è dimostrato un ingrato nel finale di campionato. Bella riconoscenza per chi aveva creduto in lui che, ricordo a tutti, era disoccupato;

            Cabezas 6: non ha colpe lui e non ha colpa Taccone (a cui, probabilmente, aveva detto che doveva prenderselo). Perché 6? Per l'assist a Gavazzi in occasione del 2-1 con il Novara.


            ATTACCANTI

            Ardemagni 6: buon inizio di stagione, poi un calo (credo a livello psicologico), con il pubblico di Avellino che non la ha di certo aiutato. Sperando che il gol di ieri sia l'inizio della ripresa;

            Morosini 6,5: prima dell'infortunio aveva dimostrato di essere un signor giocatore, peccato;

            Asencio 6,5: buona volontà da vendere, poca tecnica, ma (incredibilmente) 7 gol, alcuni dei quali pesantissimi;

            Castaldo 7,5 (il migliore): 36 anni, 13 gol e squadra caricata sulle spalle. Chapeau!


            ALLENATORI

            Novellino 4,5: dopo un inizio che ci aveva quasi fatto sognare stava per affossarci in maniera definitiva. Preparazione fisica da oratorio, squadra senza un'anima e priva di gioco. Impiego dei soliti noti, con gente accantonata senza un perché. Le rimonte subite non sono frutto di un puro caso, ma è un difetto delle sue squadre. Grazie per quanto fatto lo scorso anno (anche se il finale è stato pressoché identico a questo).

            Foscarini 6,5: non era facile arrivare qui (in questo ambiente disastrato) e condurre la squadra alla salvezza. Tanta sfortuna, sia dal punto di vista degli infortuni, sia in campo (le partite con Frosinone e Cittadella gridano ancora vendetta). L'Avellino con lui non ha mai sfiguarto, eccezion fatta per la partita di Palermo (dove abbiamo comunque avuto delle buone occasioni). Merita la riconferma, come buona parte della rosa (che lui ha saputo ricompattare). Grazie mister.

            SOCIETA'

            Taccone 6,5: da premettere che fare calcio in queste condizioni non è facile. Riconfermare Novellino (come chiesto dalla stragrande maggioranza della tifoseria) alla lunga è stata una mossa sbagliata. Tardivo l'esonero, sia per motivi umani che economici. Buona la scelta di Foscarini. Qualche dichiarazione poteva essere evitata (quella su Salerno), bravo nel confronto con i tifosi e ottima la scelta dei prezzi bassi nelle ultime partite. Credo non abbia più la forza per andare avanti da solo, speriamo qualcuno lo aiuti;

            De Vito 6,5: Morero, Suagher e Marchizza (con quest'ultimo leggermente meglio dei primi due) le pessime scelte... proprio dove abbiamo sofferto maggiormente, in difesa. Non credo sia solo colpa sua (i soldi a disposizione sono pochi). Poi tanti discreti calciatori. Mi auguro con il cuore che possa restare.

            TIFOSERIA

            Curva Sud 9,5: immensi, durante tutto il campionato. Non ho condiviso la sfuriata dopo Cittadella e la contestazione a Taccone;

            Tifoseria 5,5: polemiche inutili che stavano portando la squadra verso il baratro, contestazione perenne a Taccone, social invasi da webeti che seguono un idiota di dimensioni colossali. Mezzo voto in più per la vicinanza alla squadra nelle ultime partite, anche se da ieri sera le polemiche sono riprese.

            Baris.ANO: una merda di uomo, che per interessi personali ha spaccato (incredibilmente) una tifoseria. Immagino i bruciori anali di ieri sera, che bello!
            Chi ama non dimentica le proprie origini... orgogliosi di essere IRPINI!!!

            Commenta


            • #7
              Originariamente inviato da Nicola Visualizza il messaggio
              PORTIERI:

              Radu 6,5 (il migliore): ennesima intuizione (tra i pali) del nostro ds. Nonostante la giovane età e l'infortunio subito lo scorso anno, ha dimostrato di essere un ottimo portiere, anche con i piedi (nonostante qualche rischio di troppo);

              Lezzerini 6: ben messo fisicamente e sicuro tra i pali, deve migliorare (molto) nelle uscite e, soprattutto, nella reattività (vedi gol con il Bari);

              Iuliano sv;

              Casadei sv.


              DIFENSORI:

              Falasco 6: parte in sordina, come tutta la difesa. Sicuramente più bravo ad attaccare che a difendere, nel finale di campionato non ha affatto demeritato;

              Rizzato 5,5: da lui mi sarei aspettato qualcosina in più, gli infortuni lo hanno penalizzato (lui che non aveva mai saltato una partita prima di quest'anno), ma in generale non ha (forse) portato quell'esperienza che tutti ci aspettavamo;

              Migliorini 6,5: con la sua struttura fisica non è facilissimo entrare in forma e, purtroppo, si incappa spesso in infortuni. Quando ha giocato non ha mai demeritato ed è sempre stato un lottatore.

              Ngawa 7 (il migliore): un errore a Parma, poi tantissime partite al top... ricordo ancora quanti lo prendevano per il culo ad agosto.

              Kresic 5,5: bravo in fase offensiva ed alcune volte si è dimostrato sicuro anche in quella difensiva, salvo poi commettere errori da dilettante;

              Marchizza 5,5: è venuto qui a farsi, il problema è stata l'aspettativa che il Presidente aveva riposto in lui, facendo passare per un eccellente calciatore (che non è);

              Morero 5: acquisto sbagliato, sotto tutti i punti di vista. Due cose buone: lo zampino nel pareggio ad Empoli e la partita con l'Entella;

              Suagher 4,5: un disastro, giocatore scarso e poco intelligente (basta vedere le espulsioni rimediate);

              Pecorini 6: giocatore discreto, che quando impiegato nel suo ruolo naturale (terzino) non ha affatto sfigurato. Mi auguro possa restare, anche per smentire quel grande uomo di merda di Baris.ANO che in un recente video ridicolizzava sul suo cognome;

              Laverone 6,5: campionato senza infamia e senza lode (con la fase difensiva di quest'anno non era facile far di meglio), mezzo voto in più per la straordinaria "diagonale difensiva" di Ascoli.


              CENTROCAMPISTI

              Molina 6: giocatore di una generosità inaudita, ma (a mio giudizio) tatticamente indisciplinato che diventa irritante quando non è in giornata. Pericoloso schierarlo in un eventuale 4-4-2, in virtù del fatto che gioca stabilmente in zona d'attacco. Con Ascoli e Spezia, nel 4-3-3 ha giocato molto meglio. Bellissima la giocata di ieri sera per il gol di Castaldo;

              Vajushi 6,5: bel motorino, inspiegabilmente accantonato da Novellino. Quando ha giocato ha sempre detto la sua, nonostante i problemi fisici che non hanno risparmiato neanche lui;

              Di Tacchio 7 (il migliore): le ha giocate quasi tutte ed ha lottato sempre, anche quando la condizione fisica non lo supportava;

              De Risio 6,5: a me questo calciatore è piaciuto, soprattutto quando Foscarini ha capito come collocarlo in campo;

              D'Angelo 6,5: io dal capitano mi aspetto sempre di più, quest'anno è stato falcidiato dagli infortuni ma ha realizzato due gol (entrambi contro l'Empoli) di vitale importanza. Oggi ha rilasciato una dichiarazione ridicola sulla Salernitana, che poteva tranquillamente risparmiarsi;

              Gavazzi 6,5: veniva da oltre un anno di inattività ed in una stagione dove gli infortuni erano all'ordine del giorno, anche psicologicamente la situazione era pericolosa. Non si è mai tirato indietro e mezzo punto in più va per la doppietta con il Novara. In scadenza di contratto, per me andrà via;

              Wilmots 7: classe 1997, anche lui arriva dal Belgio e anche lui ridicolizzato dalla nostra tifoseria. Ultime tre partite di alto livello, che fanno di lui una risorsa per il futuro (contratto fino al 2019, con opzione per altri due anni). Di pregevole fattura l'inizio dell'azione che ieri sera ha portato al gol di Castaldo;

              Moretti 5: una delusione, in tutti i sensi.

              Paghera 4,5: senza volermi addentrare troppo sulle partite che ha disputato qui, ricordo ancora la foga (dalla panchina) a Vercelli contro di noi. Ridicolo;

              Lasik 6,5: di stima, per un ragazzo generosissimo, a cui mi auguro un rinnovo di contratto (è in scadenza);

              Bidaoui 5: tecnicamente il migliore della rosa, si è dimostrato un ingrato nel finale di campionato. Bella riconoscenza per chi aveva creduto in lui che, ricordo a tutti, era disoccupato;

              Cabezas 6: non ha colpe lui e non ha colpa Taccone (a cui, probabilmente, aveva detto che doveva prenderselo). Perché 6? Per l'assist a Gavazzi in occasione del 2-1 con il Novara.


              ATTACCANTI

              Ardemagni 6: buon inizio di stagione, poi un calo (credo a livello psicologico), con il pubblico di Avellino che non la ha di certo aiutato. Sperando che il gol di ieri sia l'inizio della ripresa;

              Morosini 6,5: prima dell'infortunio aveva dimostrato di essere un signor giocatore, peccato;

              Asencio 6,5: buona volontà da vendere, poca tecnica, ma (incredibilmente) 7 gol, alcuni dei quali pesantissimi;

              Castaldo 7,5 (il migliore): 36 anni, 13 gol e squadra caricata sulle spalle. Chapeau!


              ALLENATORI

              Novellino 4,5: dopo un inizio che ci aveva quasi fatto sognare stava per affossarci in maniera definitiva. Preparazione fisica da oratorio, squadra senza un'anima e priva di gioco. Impiego dei soliti noti, con gente accantonata senza un perché. Le rimonte subite non sono frutto di un puro caso, ma è un difetto delle sue squadre. Grazie per quanto fatto lo scorso anno (anche se il finale è stato pressoché identico a questo).

              Foscarini 6,5: non era facile arrivare qui (in questo ambiente disastrato) e condurre la squadra alla salvezza. Tanta sfortuna, sia dal punto di vista degli infortuni, sia in campo (le partite con Frosinone e Cittadella gridano ancora vendetta). L'Avellino con lui non ha mai sfiguarto, eccezion fatta per la partita di Palermo (dove abbiamo comunque avuto delle buone occasioni). Merita la riconferma, come buona parte della rosa (che lui ha saputo ricompattare). Grazie mister.

              SOCIETA'

              Taccone 6,5: da premettere che fare calcio in queste condizioni non è facile. Riconfermare Novellino (come chiesto dalla stragrande maggioranza della tifoseria) alla lunga è stata una mossa sbagliata. Tardivo l'esonero, sia per motivi umani che economici. Buona la scelta di Foscarini. Qualche dichiarazione poteva essere evitata (quella su Salerno), bravo nel confronto con i tifosi e ottima la scelta dei prezzi bassi nelle ultime partite. Credo non abbia più la forza per andare avanti da solo, speriamo qualcuno lo aiuti;

              De Vito 6,5: Morero, Suagher e Marchizza (con quest'ultimo leggermente meglio dei primi due) le pessime scelte... proprio dove abbiamo sofferto maggiormente, in difesa. Non credo sia solo colpa sua (i soldi a disposizione sono pochi). Poi tanti discreti calciatori. Mi auguro con il cuore che possa restare.

              TIFOSERIA

              Curva Sud 9,5: immensi, durante tutto il campionato. Non ho condiviso la sfuriata dopo Cittadella e la contestazione a Taccone;

              Tifoseria 5,5: polemiche inutili che stavano portando la squadra verso il baratro, contestazione perenne a Taccone, social invasi da webeti che seguono un idiota di dimensioni colossali. Mezzo voto in più per la vicinanza alla squadra nelle ultime partite, anche se da ieri sera le polemiche sono riprese.

              Baris.ANO: una merda di uomo, che per interessi personali ha spaccato (incredibilmente) una tifoseria. Immagino i bruciori anali di ieri sera, che bello!
              Barisano e tifoso ? Questa mi è nuova...
              sigpic
              Passionelupi per sempre. Uniti si vince !!!


              Commenta


              • #8
                PORTIERI 6.5 a Radu e 5.5 a Lezzerini. Il primo ha poco da migliorare per confermarsi a buon livello, il secondo sebbene nel finale di stagione sia migliorato ha un enorme difetto. Partire con lui titolare sarebbe sinonimo di bassa classifica assai probabile.

                DIFESA. VIRUSSSSS vorrei soprassedere.
                6.5 a Ngawa unico difensore di alta B che difetta solo in marcatura sui piazzati ,
                6 a Laverone per i gol fatti che hanno compensato la sua totale incapacità a marcare gli esterni (penso abbiamo subito 4 gol per colpa sua che marca a 3 metri sull'ala),
                5.5 a migliorini che difetta in velocità, ha fallito 3 gol facili e dovrebbe proporsi meno alla beckambauer,
                5.5 di incoraggiamento a kresic , quello più criacheggiante che ha compensato con 1 o 2 gol porta punti ma che non ha proprio il passo per reggere una punta non statica,
                5.5a marchizza prima disastroso, poi quasi decente sebbene fuori ruolo,
                5.5 a falasco da considerare più centrocampista di spinta in un 3-5-2 che difensore dove fa cappellate incredibili,
                5.5 a rizzato (forse unico terzino con una minima capacità difensiva ma che comunque ha concesso cose brutte…vedi gol alla salernitana),
                5 a pecorini (una gara buona),
                5 morero
                5 suagher.

                Confermare piu di 3 vorrebbe dire scegliere di fare bassa classifica.

                CENTROCAMPO:

                Di Tacchio 8 unico centrocampista centrale degno di essere chiamato cosi. Gioca e regge da solo il reparto. Gli altri sono numeri per riempire la formazione.
                D’Angelo 6 con qualche golletto porta punti dà senso alla sua stagione. Considerarlo titolare in un centrocampo a due, equivale a fare bassa classifica. Meglio se piu vicino alla porta come “sottopunta”.
                De Risio 6 una buon boscaiolo riserva.
                Moretti 4 quando la voglia manca.
                Wilmots 6 in tre gare dimostra di essere il centrocampista piu lucido e ordinato della rosa. Come D’Angelo può dare di piu se spostato piu avanti.
                Bidaoui 6.5 porta avanti la squadra per un terzo di stagione; non ricordo un terzino che lo abbia contenuto in quel periodo. Ha i suoi limiti caratteriali, diciamo cosi...
                Paghera 4
                Molina 6.5 inizia e finisce bene con un lungo periodo di torpore un po’ per causa sua , un po’ per un inconcepibile ruolo in intermedio affidatogli da novellino. Mi sarei aspettato un paio di gol in più da lui.
                Gavazzi 6.5 giocatore di categoria; ci ha fatto penare due anni ad attenderlo ma l’attesa è ben ripagata.
                Lasik s.v penso sia mancato il suo passo e la sua fisicità a Novellino per affrontare un campionato piu tranquillo. Soprattutto nel lungo periodo buio di Molina.
                Cabezas 5.5 ci ricorderemo dell’assist a gavazzi. Si intuisce che rende se lanciato nello spazio…ma l’avellino non aveva piedi buoni per farlo.
                Vajushi 6.5 da confermare. Conferma le doti viste a Livorno e Vercelli. E’ un rompi equilibri o un anonimo. Va a giornate, quando chiamato in causa ha risposto spesso presente. Ha il miglior cross della rosa.

                PUNTE
                Morosini 6 una sfiga incredibile per il calciatore piu talentuoso.
                Castaldo 7.5 piu dello scorso anno porta avanti la baracca nonostante un anno in piu.
                Ardemagni 5.5 un girone senza segnare basta e avanza per sintetizzare il suo campionato
                Asencio 7 che sorpresa. Ora farà la cazzata alla Pektovic che dopo un grande anno a Trapani si è perso in panca in A. Un calciatore intelligente resterebbe ad Avellino un altro anno

                Novellino 5.5 senza difesa l’avevo quasi previsto un campionato di merda per uno speculatore come lui. Non è mister da “ faccio uno piu degli avversari”. Quando gli son venuti meno pure dei giocatori cardine, ha perso la bussola.
                Foscarini 6.5 ridà fiducia e identità alla squadra e allo stesso tempo però riabilita pure Novellino. La squadra fa cazzate assurde da serie C su ogni cross e piazzato…proprio come col suo predecessore.
                De Vito 5.5. una colpa…non ha corretto una difesa scadente. Ma colpa molto grave. Abbiamo rischiato la C con 5/6 giocatori da zona play off.
                Taccone 5.5 doveva spingere per vendere migliorini a gennaio (parole sue ..aveva richieste dalla A) e prendere un leader esperto di B. Questo giocatore debiti fuori bilancio quanti anni di contratto ha ancora con noi?
                Ultima modifica di granlupo; 21-05-2018, 10:08.
                un vuoto temporale che ogni tifoso irpino deve creare nella storia del lupo...2009/18.. il nulla.

                Commenta


                • #9
                  I primi di ogni ruolo costituiscono la spina dorsale da cui ripartirei il prossimo anno.


                  PORTIERI

                  Radu 7: sin da subito ha messo in mostra buoni fondamentali, col tempo abbiamo imparato ad apprezzarne solidità e sicurezza, tra i pali e nelle uscite. Se evitasse di dribblare gli avversari sarebbe meglio.

                  Lezzerini 6+: abbastanza incerto nella prima parte della stagione, molto meglio nella seconda finestra. Ha la struttura fisica adatta per cimentarsi nelle uscite, non la forma mentis. Da apprezzare il supporto dalla panchina (tra i primi a correre dai compagni...e da Minala).



                  DIFENSORI

                  Ngawa 7,5: sorpresona tirata fuori dal cilindro belga; difensore veloce e tenace, ottimo marcatore, darebbe il meglio di sé in una difesa a tre. Suo tallone di achille la marcatura sui palloni alti

                  Migliorini 6,5: dal punto di vista personale il bilancio è positivo, meno quello del reparto che ha guidato. Avrebbe avuto bisogno di un leader al suo fianco e non di provare ad esserlo. I problemi al ginocchio sembrano finalmente superati. Stranamente tenuto fuori da Novellino per svariate partite.

                  Laverone 6,5: ci ha fatto impazzire con quei cross da centrocampo ma gli va dato atto che non si è mai risparmiato. La doppietta di Cittadella il momento clou della sua stagione

                  Falasco 6: ha lacune nella fase di non possesso ma gamba, cross e tiro per interpretare al meglio il ruolo di esterno di centrocampo.

                  Kresic 6-: prima parte del campionato caratterizzata da buone prestazioni e tre gol, poi un po' alla volta si eclissa. Nel finale alterna prestazioni a ridosso della sufficienza.

                  Marchizza 5+: la fama che lo ha preceduto ha creato aspettative rivelate poi mal riposte. Giocatore acerbo, ancora da costruire fisicamente, tatticamente e caratterialmente

                  Morero 5: chiamato per fare il quarto centrale s'e ritrovato titolare dopo due giorni dal suo arrivo. Volenteroso ma inadeguato

                  Suagher 5: troppi errori ma anche grossi limiti caratteriali

                  Rizzato sv: come se non l'avessimo proprio visto, troppo travagliata la sua stagione

                  Pecorini s.v. non male quando ha giocato ma troppo poche presenze per un voto



                  CENTROCAMPISTI

                  Di Tacchio 7,5: dominatore del centrocampo, ha retto il reparto quasi da solo per un girone e mezzo per poi accusare un lieve calo di rendimento. Prezioso anche negli assist da fermo, un gol realizzato, altri negati da legni, portieri o...Signori

                  Wilmots 7: se non fosse stato per l'infortunio di De Risio forse non ci saremmo resi conto appieno delle qualità di questo ragazzo; ha una buona tecnica, una discreta struttura fisica e soprattutto "vede" il gioco. Deve lavorare sulla fase di non possesso e sulla cazzimma ma vicino a Di Tacchio e De Risio non potrà che imparare.

                  Molina 7=: un fattore nella prima parte della stagione, un lento progressivo calo (anche fisiologico visto il fermo di un anno) poi la ripresa a buoni livelli con l'avvento di Foscarini. Giocatore che non si è mai risparmiato, tra i pochi abile nell'uno-contro-uno ma che eccede nel possesso palla finendo col perderle. Qualche assist, un paio di gol fatti almeno altrettanti falliti.

                  De Risio 6,5: arrivato in punta di piedi, tra lo scetticismo generale, ha dimostrato di poter dire la sua in questa categoria

                  Gavazzi 6,5: sin dalla sua prima apparizione con la Cremonese ha fatto capire quanto ci sia mancato un calciatore con le sue qualità. Momento clou la doppietta col Novara. Anche per lui prevedibili acciacchi dovuti al lungo periodo di inattività ma tecnica di categoria superiore

                  Vajushi 6+: tenuto (colpevolmente) in naftalina per troppo tempo, nel finale fa vedere le sue doti non solo di velocista.

                  D'Angelo 6+: stagione travagliata dal punto di vista fisico, ha faticato più del solito a trovare continuità svantaggiato anche dalla scelta del modulo col centrocampo a quattro. Solito contributo in fase realizzativa.

                  Bidaoui 5,5: premetto subito che gli tolgo un voto per le tarantelle di fine campionato che non avremmo meritato. Dal punto di vista tecnico è stato il nostro punto di forza per tutto il girone d'andata, la nostra fonte di gioco (l'unica). Per il resto velo pietoso. Spero la società riuscirà a monetizzare.

                  Moretti 4: più che un voto al suo campionato, comunque decisamente insufficiente, è un 4 per la sua incapacità di gestire il talento che ha.

                  Paghera s.v.: 8 presenze in cui non ha lasciato il segno; sbagliato colpevolizzare lui per il derby.

                  Lasik s.v.: stagione sfortunata

                  Cabezas s.v.: acquisto sbagliato sulla carta, probabilmente portato avanti solo per orgoglio. Tecnicamente ha dei buoni numeri ma caratterialmente inadeguato per questa categoria. In quelle poche volte che ha giocato (lo ricorderemo solo per l'assist a Gavazzi e il buon primo tempo col Parma) raramente s'è preso delle responsabilità



                  ATTACCANTI

                  Castaldo 8: non ho più parole; Castaldo è l'Avellino, l'Avellino è Castaldo. Un giocatore che ci ha sempre ripagato, non sempre ricambiato, con impegno, giocate e gol. 13 gol nonostante due mesi di assenza per infortunio e un inizio campionato in cui era impiegato a singhiozzo. Clonatelo.

                  Asencio 7-: una piacevole sorpresa; giocatore non eccelso dal punto di vista tecnico ma con grinta e temperamento da vendere. Notevole elevazione e senso del gol, purtroppo spesso ha giocato troppo lontano dalla porta.

                  Morosini 6,5: il rimpianto più grande di questo campionato; facile dire che con lui sarebbe stata altra storia

                  Ardemagni 6=: campionato caratterizzato da una fase di "alto" con una buona media realizzativa e da una molto più lunga di "basso" o di ipocondria totale; si riprende per le due ultime decisive partite. Le avesse fatte prima quelle corna...



                  ALLENATORI

                  Foscarini 6,5: non è 7 perché, al netto delle ultime due partite, la sua media punti è stata in linea con la gestione precedente ma la sua impronta è stata visibile sin dalla prima gara: squadra motivata e qualche giocatore rigenerato. Nulla ha potuto contro problemi strutturali e anche lui ha dovuto fare i conti con la catena di infortuni ma è riuscito ad invertire la rotta di una barca destinata al naufragio. Mi piacerebbe rimanesse.

                  Novellino 5,5: se a metà ottobre siamo stati secondi in classifica è stato anche merito suo ma col passare delle partite ha sempre più perso il bandolo della matassa. Alcune decisioni tecniche e la gestione del gruppo non mi hanno convinto.



                  "ESSERE SUPERSTIZIOSI È DA IGNORANTI, NON ESSERLO PORTA MALE" (E. De Filippo)

                  Commenta


                  • #10
                    Eccoci, o meglio, rieccoci qua.
                    Come promesso (a me stesso), malgrado la mia natura di mega chiacchierone (virtuale e non), sono riuscito a zittirmi dalla serata del mitico derby sino alla fine del campionato. Nessuna polemica nei confronti del forum, della società, del magazziniere, di Monica Bellucci, ecc.. Semplicemente profondo disgusto. Un disgusto che, ahinoi, non è stato mai cancellato, a parte le ultime due giornate. Una pochezza mai svanita perchè più di questo non potevamo ottenere ? Non lo sapremo mai.
                    Nel corso di questi mesi, ovviamente, ogni tanto davo una lettura al forum e altrettanto ovviamente non ho smesso di tifare per i lupi e di sperare nella salvezza. Qua non si discuteva di scendere dalla A alla B, ma dalla serie cadetta all'inferno, al nulla, allo zero assoluto.
                    Tantissime sono le cose che mi frullano in testa e sparo qualche mio pensiero in punti:
                    - E' sempre sbagliato ragionare con senno del poi, ma in cuor mio sono convinto che se ci fosse stato il cambio di panchina dopo il derby di andata, non ci saremmo ridotti a rincorrere la salvezza sino alla fine del campionato.
                    - Il momento più brutto degli ultimi cinque anni ? La contestazione dopo la gara contro il Cittadella. Ero abbattuto come non mai.
                    - La mia sensazione è che Novellino abbia fatto il suo tempo e, come altri prima di lui (e dopo), bravi o meno bravi, ad un certo punto ci si deve rendere conto che "abbiamo dato". Si è parlato fin troppo delle sue tante panchine in serie A, delle sue promozioni dalla B, ma poco del fatto che, probabilmente, è semplicemente "bollito". Per me non c'è nulla di scandaloso. Ad un certo punto ci si rende conto che i Delio Rossi, gli Edy Reja, ecc., non allenano più e un motivo c'è sempre (o sei un giovane scarso o sei un vecchio che adotta metodi alquanto superati).
                    - Sono d'accordo con chi dice che, per certi versi, Foscarini ha riabilitato Novellino. Abbiamo capito che, malgrado il cambio tecnico, eravamo abbastanza modesti. Ci siamo salvati perchè abbiamo trovato quattro squadre più modeste di noi, ma è proprio così che funziona. La SPAL si è salvata solo per questo motivo. Una cosa però la riconosco al tecnico trevigiano: ha rispolverato giocatori che Novellino non vedeva per niente. Già contro il Palermo, in un match dove nessuno ti avrebbe detto nulla se avresti perso (infatti ne abbiamo presi tre !) sarebbe stato opportuno fare qualche innesto interessante. Wilmots non è Roberto Baggio ma ha SICURAMENTE contribuito alla salvezza, mentre restando a marcire in panchina non serviva a granchè.
                    - Non sono d'accordo con chi dice "è la salvezza anche di Novellino". No, è la salvezza della squadra (che poteva benissimo tirare i remi in barca, sbattendosene il cazzo di tutti noi), della società, che prendendo Foscarini ha dato un segnale ben preciso (altrimenti prendeva Bucaro), di Foscarini e ... del calendario.
                    - Il calendario ci ha dimostrato che ci vuole culo anche per questo. Ogni volta ad agosto sento i presidenti dire "ehhhh ma tanto prima o poi le dobbiamo incontrare tutte". Minchiate. A noi è andata di lusso; guardate il Crotone. Ci sono squadre che mollano del tutto (Spezia, Bologna, per esempio) ed altre che ti rompono le palle sino alla fine (Foggia, Torino, ecc.), quindi non è solo una mera questione di "stimoli", ma di come gira la squadra e di cosa dicono società ed allenatore dentro lo spogliatoio.
                    - A parte Castaldo, non sono legato a nessuno in particolare. Sono d'accordo con chi dice che Migliorini è parecchio sopravvalutato. Qui subentra il vecchio discorso del "in un paese di ignoranti chi ha la quinta elementare è sindaco". Nella scarsezza generale, Migliorini sembrava Bonucci, ma non è così. Diciamo che non abbiamo più visto Biraschi, Dmisity (o comu cazzu si chiama) e Izzo. Per la prima stagione, dopo anni di buon livello (non grandissimo ma nemmeno pessimo), abbiamo visto la peggiore difesa; a parte Ngawa nessuno è decente, ma del resto il futuro è sempre una cartina di tornasole. Chi è forte gioca. Ogni tanto ho visto giocare Omeonga: è più forte rispetto a quando vestiva la maglia biancoverde ! Mi aspettavo di più da Bastien, ma per adesso chiudiamola qua.
                    - delusione ed amarezza perchè i due giocatori più attesi si sono rivelati due mezzi pacchi. Questa è stata la copertina della nostra incredibile stagione. Marchizza arriva, forse domani, forse dopodomani, vediamo cosa dice il Sassuolo, speriamo che si convincano, bla bla bla. Cabesaz va più veloce del Mobys quando va a casa post lavoro, bla bla bla. Minchiate mostruose (anche se l'atalantino l'abbiamo visto pochissimo).
                    - De Vito ? Non me ne frega nulla. Sinceramente giudico stupida la valutazione del lavoro di una persona in base al suo luogo di nascita. Non me ne frega un cavolo se De Vito è di Avellino ! Il DS del Crotone è di Crotone ? Quello dell'Udinese è di Udine ? Quello che ha costruito la SPAL (schei della proprietà a parte) è di Ferrara ?
                    - Taccone ? nuova cordata ? come nel caso di Novellino l'anno scorso e di Foscarini quest'anno, sono sempre dell'idea che preferisco il rischio del cambio piuttosto che il "vivacchiare". Si lo so, rischiamo di perdere quel poco che abbiamo, ma sono convinto che una piazza come Avellino potrebbe benissimo assaporare il dolce sapore della serie A, certo possibilmente senza andare a fare figure ridicole come Benevento ed Hellas...
                    - Foscarini resta ? Mi piacerebbe vederlo all'opera a partire da Sturno, ma se riceve una buona offerta dallo Spezia, è buono che vada via. Mancano le gnocche con la testa, non gli allenatori buoni...
                    _______________________________________________
                    My personal blog: DAL CANNOLO ALL'AMARONE: http://pianetamobys.wordpress.com/

                    Commenta


                    • #11
                      Originariamente inviato da Mobys Visualizza il messaggio
                      Eccoci, o meglio, rieccoci qua.
                      Come promesso (a me stesso), malgrado la mia natura di mega chiacchierone (virtuale e non), sono riuscito a zittirmi dalla serata del mitico derby sino alla fine del campionato. Nessuna polemica nei confronti del forum, della società, del magazziniere, di Monica Bellucci, ecc.. Semplicemente profondo disgusto. Un disgusto che, ahinoi, non è stato mai cancellato, a parte le ultime due giornate. Una pochezza mai svanita perchè più di questo non potevamo ottenere ? Non lo sapremo mai.
                      Nel corso di questi mesi, ovviamente, ogni tanto davo una lettura al forum e altrettanto ovviamente non ho smesso di tifare per i lupi e di sperare nella salvezza. Qua non si discuteva di scendere dalla A alla B, ma dalla serie cadetta all'inferno, al nulla, allo zero assoluto.
                      Tantissime sono le cose che mi frullano in testa e sparo qualche mio pensiero in punti:
                      - E' sempre sbagliato ragionare con senno del poi, ma in cuor mio sono convinto che se ci fosse stato il cambio di panchina dopo il derby di andata, non ci saremmo ridotti a rincorrere la salvezza sino alla fine del campionato.
                      - Il momento più brutto degli ultimi cinque anni ? La contestazione dopo la gara contro il Cittadella. Ero abbattuto come non mai.
                      - La mia sensazione è che Novellino abbia fatto il suo tempo e, come altri prima di lui (e dopo), bravi o meno bravi, ad un certo punto ci si deve rendere conto che "abbiamo dato". Si è parlato fin troppo delle sue tante panchine in serie A, delle sue promozioni dalla B, ma poco del fatto che, probabilmente, è semplicemente "bollito". Per me non c'è nulla di scandaloso. Ad un certo punto ci si rende conto che i Delio Rossi, gli Edy Reja, ecc., non allenano più e un motivo c'è sempre (o sei un giovane scarso o sei un vecchio che adotta metodi alquanto superati).
                      - Sono d'accordo con chi dice che, per certi versi, Foscarini ha riabilitato Novellino. Abbiamo capito che, malgrado il cambio tecnico, eravamo abbastanza modesti. Ci siamo salvati perchè abbiamo trovato quattro squadre più modeste di noi, ma è proprio così che funziona. La SPAL si è salvata solo per questo motivo. Una cosa però la riconosco al tecnico trevigiano: ha rispolverato giocatori che Novellino non vedeva per niente. Già contro il Palermo, in un match dove nessuno ti avrebbe detto nulla se avresti perso (infatti ne abbiamo presi tre !) sarebbe stato opportuno fare qualche innesto interessante. Wilmots non è Roberto Baggio ma ha SICURAMENTE contribuito alla salvezza, mentre restando a marcire in panchina non serviva a granchè.
                      - Non sono d'accordo con chi dice "è la salvezza anche di Novellino". No, è la salvezza della squadra (che poteva benissimo tirare i remi in barca, sbattendosene il cazzo di tutti noi), della società, che prendendo Foscarini ha dato un segnale ben preciso (altrimenti prendeva Bucaro), di Foscarini e ... del calendario.
                      - Il calendario ci ha dimostrato che ci vuole culo anche per questo. Ogni volta ad agosto sento i presidenti dire "ehhhh ma tanto prima o poi le dobbiamo incontrare tutte". Minchiate. A noi è andata di lusso; guardate il Crotone. Ci sono squadre che mollano del tutto (Spezia, Bologna, per esempio) ed altre che ti rompono le palle sino alla fine (Foggia, Torino, ecc.), quindi non è solo una mera questione di "stimoli", ma di come gira la squadra e di cosa dicono società ed allenatore dentro lo spogliatoio.
                      - A parte Castaldo, non sono legato a nessuno in particolare. Sono d'accordo con chi dice che Migliorini è parecchio sopravvalutato. Qui subentra il vecchio discorso del "in un paese di ignoranti chi ha la quinta elementare è sindaco". Nella scarsezza generale, Migliorini sembrava Bonucci, ma non è così. Diciamo che non abbiamo più visto Biraschi, Dmisity (o comu cazzu si chiama) e Izzo. Per la prima stagione, dopo anni di buon livello (non grandissimo ma nemmeno pessimo), abbiamo visto la peggiore difesa; a parte Ngawa nessuno è decente, ma del resto il futuro è sempre una cartina di tornasole. Chi è forte gioca. Ogni tanto ho visto giocare Omeonga: è più forte rispetto a quando vestiva la maglia biancoverde ! Mi aspettavo di più da Bastien, ma per adesso chiudiamola qua.
                      - delusione ed amarezza perchè i due giocatori più attesi si sono rivelati due mezzi pacchi. Questa è stata la copertina della nostra incredibile stagione. Marchizza arriva, forse domani, forse dopodomani, vediamo cosa dice il Sassuolo, speriamo che si convincano, bla bla bla. Cabesaz va più veloce del Mobys quando va a casa post lavoro, bla bla bla. Minchiate mostruose (anche se l'atalantino l'abbiamo visto pochissimo).
                      - De Vito ? Non me ne frega nulla. Sinceramente giudico stupida la valutazione del lavoro di una persona in base al suo luogo di nascita. Non me ne frega un cavolo se De Vito è di Avellino ! Il DS del Crotone è di Crotone ? Quello dell'Udinese è di Udine ? Quello che ha costruito la SPAL (schei della proprietà a parte) è di Ferrara ?
                      - Taccone ? nuova cordata ? come nel caso di Novellino l'anno scorso e di Foscarini quest'anno, sono sempre dell'idea che preferisco il rischio del cambio piuttosto che il "vivacchiare". Si lo so, rischiamo di perdere quel poco che abbiamo, ma sono convinto che una piazza come Avellino potrebbe benissimo assaporare il dolce sapore della serie A, certo possibilmente senza andare a fare figure ridicole come Benevento ed Hellas...
                      - Foscarini resta ? Mi piacerebbe vederlo all'opera a partire da Sturno, ma se riceve una buona offerta dallo Spezia, è buono che vada via. Mancano le gnocche con la testa, non gli allenatori buoni...
                      Bentornato Mobys...….ci sei mancato……. Sei rientrato alla grande! Speriamo di non "perderti più"!

                      Commenta


                      • #12
                        Radu 6,5: Buon prospetto di portiere, alcuni interventi notevoli ci hanno salvato le chiappe
                        Lezzerini 5,5: Da' sempre un'impressione complessiva di insicurezza, buono tra i pali, assente nelle uscite

                        Ngawa 6,5: Un centrale veloce che si è disimpegnato egregiamente sulla fascia, un po' timido nelle sortite, il migliore dei difensori
                        Migliorini 6: Il suo rendimento è stato pesantemente condizionato da ricorrenti infortuni, il più sicuro dei centrali (non ci voleva molto)
                        Laverone 5,5: Molte lacune da difensore (che non è) sbaglia quantità industriali di cross e passaggi rendendo vane molte ripartenze
                        Falasco 5,5: Anche lui pecca nella fase difensiva, forse renderebbe di più come laterale di centrocampo
                        Kresic 4,5: Avvio incoraggiante da incursore sui calci piazzati, poi fa solo danni in difesa a causa di una lentezza imbarazzante
                        Marchizza 5: E' un centrale che è stato quasi sempre schierato sulla fascia pur non avendo il passo per il ruolo, è giovane, si farà
                        Morero 3: La tentazione era quella di un s.v., ma alcuni orrori non potevano passare sotto silenzio, è un ex calciatore da un paio d'anni ma chi l'ha preso non se ne è accorto, noi purtroppo sì
                        Suagher 4: La versione giovanile di Morero dal quale è stato degnamente sostituito quando è andato a far danni altrove
                        Rizzato 5: Falcidiato dagli infortuni, quando è stato schierato ha patito la zavorra dei suoi 37 anni
                        Pecorini S.V. : Faccio mio il giudizio di Aldair, schierato poco ma non ha fatto danni, da rivedere


                        Di Tacchio 7: A un certo punto della stagione sembrava Custer circondato dagli indiani (e anche dalle giacche azzurre), tiene in piedi un intero centrocampo pagando lo sforzo nella seconda parte della stagione, comunque ottima
                        Wilmots 6: A dispetto dello scarso minutaggio (appena 361 minuti) ha fatto intravedere prospettive molto promettenti, ha personalità, fisico e gamba, l'anno prossimo deve essere uno dei titolari
                        Molina 6: Il voto è la media tra il 7 dell'inizio di stagione e il 5 di quando è calato vistosamente complice la lunga inattività, l'unico a saltare l'uomo insieme a Bidaoui
                        De Risio 5,5: Onesto calciatore, a un certo punto si è trovato titolare più che altro per gli infortuni che hanno falcidiato la squadra, una buona riserva, niente di più
                        Gavazzi 6: I mezzi tecnici non si discutono ma la lunga assenza forzata ha influito non poco sul suo rendimento
                        Vajushi 6: Non demerita nelle poche partite giocate, anche lui paga l'inattività di quando era a Vercelli
                        D'Angelo 5,5: Il suo solito apporto quest'anno è venuto meno perché ha giocato quasi sempre in precarie condizioni fisiche
                        Bidaoui 6: Immarcabile e tecnicamente sopra la media (soprattutto ad inizio stagione) non abbina spesso un'adeguata personalità in campo
                        Moretti 4: La tecnica per un calciatore è importante ma la testa ancora di più, irritante e dannoso
                        Paghera S.V. Era già un ex con la testa altrove nelle poche occassioni in cui è sceso in campo
                        Lasik s.v. : Semplicemente sfigato, lo aspettiamo
                        Cabezas s.v: Può darsi che sia un ottimo calciatore, ma noi ci ricorderemo più del parto travagliato della moglie che della sua presenza in campo


                        Castaldo 7,5: Alla fine è sempre lui che ci toglie le castagne dal fuoco, un solo appunto: perchè ha scelto volutamente di fare una carriera molto al di sotto delle sue qualità?
                        Asencio 6,5: tecnica così così ma ardore e personalità da vendere condite da un discreto bottino di gol alla sua prima vera esperienza nel calcio professionistico
                        Morosini 6: Inizio folgorante, poi la sfiga ha preteso da noi il suo tributo più doloroso, magari restasse un'altro anno.....
                        Ardemagni 4,5: Buon inizio poi il buio, assente ingiustificato per quasi tutta la stagione con atteggiamenti discutibili in campo, esce dal tunnel nelle ultime due gare ma la responsabilità di una stagione deludente è esclusivamente sua

                        Novellino 5: Sinceramente mi è dispiaciuto l'epilogo della sua avventura all'Avellino. L'ho difeso fino all'ultimo perchè pensavo che potesse tirarci fuori dai guai ancora una volta, poi mi sono arreso all'evidenza: la debacle con la Salernitana ha scavato un solco tra quello che poteva essere e quello che di lì a poco ci sarebbe capitato. Da quel momento in poi è precipitato in una spirale di confusione, errori (addossare la colpa delle sconfitte sconfitte solo ai giocatori) con la maggior parte dei calciatori che gli ha voltato le spalle (colpevolmente) e con lui che, come Hitler nel bunker, dava ordini a truppe che non c'erano più, basandosi solo sul suo carisma che sbiadiva giorno dopo giorno.
                        Foscarini 6,5: Ha fatto quello che un'allenatore deve fare in queste situazioni: allenare la testa più che le gambe dei calciatori per cercare di recuperare la tranquillità e l'autostima che era andata perduta. Ci è riuscito e non è un merito da poco vista la situazione disperata e lo scarso tempo a disposizione.






                        Ultima modifica di SFAX; 25-05-2018, 17:37.
                        Perché farti 1000 km,
                        quando puoi fallire comodamente a casa tua?
                        (Gianfranco Marziano)

                        Commenta


                        • #13
                          Originariamente inviato da Mobys Visualizza il messaggio
                          Ci siamo salvati perchè abbiamo trovato quattro squadre più modeste di noi
                          Cinque, dai.

                          Originariamente inviato da Mobys Visualizza il messaggio
                          Ogni volta ad agosto sento i presidenti dire "ehhhh ma tanto prima o poi le dobbiamo incontrare tutte". Minchiate.
                          Diciamo che ad agosto non sono mischiate, hanno ragione: il calendario è determinante, ma prima che inizi il campionato non puoi ancora sapere se nei momenti salienti troverai retrocesse, salve, squadre in lotta, al massimo della forma, al minimo, in fuga, spente, depresse, ecc. Ancora il calendario non te lo dice, dunque non puoi che commentare che in quella fase una vale l'altra.
                          Nel fragore della battaglia, senti battere il cuore del lupo? (George R. R. Martin)

                          Commenta


                          • #14
                            Originariamente inviato da Supernaut Visualizza il messaggio

                            Cinque, dai.

                            Diciamo che ad agosto non sono mischiate, hanno ragione: il calendario è determinante, ma prima che inizi il campionato non puoi ancora sapere se nei momenti salienti troverai retrocesse, salve, squadre in lotta, al massimo della forma, al minimo, in fuga, spente, depresse, ecc. Ancora il calendario non te lo dice, dunque non puoi che commentare che in quella fase una vale l'altra.
                            Si hai ragione. La frase è giusta però il fatto che il calendario incida (così come l’allenatore) per me è indiscutibile. Prendiamo Lazio-Inter. Poi per carità il Frosinone incontra un Foggia già tranquillo e si fotte la serie A quindi in effetti è tutto molto casuale.
                            _______________________________________________
                            My personal blog: DAL CANNOLO ALL'AMARONE: http://pianetamobys.wordpress.com/

                            Commenta


                            • #15
                              Sì sì, certo, il calendario è di un'importanza fondamentale. E non soltanto le ultime giornate, alle volte ti aiuta o ti affossa durante l'anno, facendoti magari trovare in sequenza squadre nel loro peggiore o migliore momento di forma e/o psicologico. Può spingerti su nella prima metà dell'anno e farti finire in scioltezza, o può spingerti giù e trascinarti alla fine con l'acqua alla gola. Resta solo il fatto che queste cose le scopri strada facendo, prima di arrivarci non puoi prevedere quale combinazione ti convenga.
                              Nel fragore della battaglia, senti battere il cuore del lupo? (George R. R. Martin)

                              Commenta

                              attendi...
                              X