annuncio

Comprimi
Ancora nessun annuncio.

In casa Taccone: terremoti, comunicati, chiacchiere e altre questioni societarie

Comprimi
X
  • Filtro
  • Ora
  • Visualizza
Elimina tutto
nuovi messaggi


  • voccone archiviato ma sarebbe bello poter archiviare pure i suoi leccaculo
    non in base al passato che ormai è passato, ma in base al presente
    molti di loro infatti hanno già cominciato a leccare de cesare
    della serie come è intelligente, come è ospitale sulla sua barca, come ne ha parlato bene o mierico ecc ecc
    io per diversi anni ho sostenuto tac per le cose buone che faceva ma non l'ho mai leccato
    questo mi ha permesso di attaccarlo quando con la sua condotta ci stava portando nella merda (come poi puntualmente accaduto)
    i lecchini sono i primi a difendere qualcuno anche quando non sta facendo più il bene della società
    speriamo che de cesare non prenda mai una cattiva strada ma se lo farà vedo già tanti che si stanno allenando a difenderlo a prescindere
    è così che la tifoseria si è spaccata sul tac ma sarebbe bello se questo non accadesse più
    ...e poi vabbè ci sono pure i tifosi avellinesi che se la fanno con quelli della juve
    di costoro però non ne voglio manco parlare



    Commenta


    • Originariamente inviato da LUPO DEL FREDANE Visualizza il messaggio

      Sarebbe davvero qualcosa di molto bello...3 squadre del capoluogo una in B, una in C, l'altra in D.
      vabbè jà ti sposti no poco poco a penevento e ti fai lo stesso la tripletta

      Commenta


      • Originariamente inviato da corrado Visualizza il messaggio

        vabbè jà ti sposti no poco poco a penevento e ti fai lo stesso la tripletta
        le doppiette e le triplette le faccio solo a letto...fino a quando ce la faccio ancora.
        Per il resto non seguo ne Avellino di De Cesere, ne quella di Taccone, ne il San Tommaso...e neanche il Montefredane.

        Ribadisco che mi fa piacere che squadre di Avellino ottengono buoni risultati.

        Commenta


        • Originariamente inviato da LUPO DEL FREDANE Visualizza il messaggio

          le doppiette e le triplette le faccio solo a letto...fino a quando ce la faccio ancora.
          Per il resto non seguo ne Avellino di De Cesere, ne quella di Taccone, ne il San Tommaso...e neanche il Montefredane.

          Ribadisco che mi fa piacere che squadre di Avellino ottengono buoni risultati.
          va bene però a certi tifosi piace tifare per una sola squadra, sai per non fare troppa confusione

          Commenta


          • Originariamente inviato da corrado Visualizza il messaggio
            io per diversi anni ho sostenuto tac per le cose buone che faceva ma non l'ho mai leccato
            questo mi ha permesso di attaccarlo quando con la sua condotta ci stava portando nella merda (come poi puntualmente accaduto)
            i lecchini sono i primi a difendere qualcuno anche quando non sta facendo più il bene della società
            Carissimo, il fatto che Taccone ci stesse portando nella merda tu non potevi saperlo. Continui a fartene medaglia in cerca di ammirazione, ma non avevi nessun elemento se non le chiacchiere che circolavano, che potevano essere tanto gravi quanto eccessive e sulle quali si poteva solo scommettere o sperare. Inoltre, nessuna di quelle chiacchiere si è poi davvero concretizzata, o meglio non lo sapremo mai, dato che ciò che è poi davvero successo è ben altra cosa (che, per come la vedo io, è pure peggiore: perché se ci sono delle lacune economiche è un conto, se non riesci nemmeno formalizzare un'iscrizione si sfora nella comicità, non fosse che ha poi un epilogo per noi drammatico).

            Che esistessero delle difficoltà era abbastanza palese a tutti e non ci volevano le sibille, ma fino a che punto si sarebbe arrivati e soprattutto cosa sarebbe successo nel peggiore di casi dopo, nessuno era in grado di saperlo con certezza. C'è stato chi ha sperato che si risolvessero i problemi, chi ha inneggiato allo sfascio e alla morte di Sansone con tutti i filistei. Ovvio che le due parti non potessero piacersi né comprendersi, perché ci vogliono due anime e due umanità diametralmente opposte. Da un lato c'è la paura di perdere qualcosa, dall'altro il disprezzo (spesso volgare) per la cautela e la voglia di azzardo che tuttavia è solo speranza a sua volta, perché anche un De Cesare o un Preziosi rientravano in semplici congetture che si sarebbero potute concretizzare, ma anche no, e che sarebbero potute riuscire, ma anche no.

            Ti assicuro, però, che leggere ancora oggi, a distanza di un anno e per chissà quanto ancora, il compiacimento insistente di chi da un epilogo drammatico ha tratto soprattutto la soddisfazione di poter dire a chi gli stava sul culo: "Gne gne gne!", non lenisce ma anzi accresce la mia percezione dello squallore di tutta la faccenda.

            Anche De Cesare ha avuto i suoi problemi, quest'anno. Nessuno poteva sapere dove avrebbero portato, io ho temuto addirittura un ridimensionamento di tutto il progetto e dei piani per il futuro. C'è però quella fase intermedia in cui nulla è ancora accaduto e tutto potrebbe succedere: è in quella fase che scopri gli esseri umani e ti fai un'idea di loro a seconda di dove remano; non dopo, a cose fatte, dove siamo tutti bravissimi ad accreditarci le cose; ma prima, quando al di là di cosa di diciamo o pensiamo, al di là dell'idea di futuro che ci siamo fatti, dobbiamo decidere da che parte stare, se dalla nostra o da quella di tutti. Alcuni magari non remano, magari lo fanno in senso contrario, magari va tutto in malora e magari alla fine si vantano pure. Profeti? Eroi moderni? Vanto per le genti? Ad ognuno le sue valutazioni.
            Nel fragore della battaglia, senti battere il cuore del lupo? (George R. R. Martin)

            Commenta


            • Originariamente inviato da Supernaut Visualizza il messaggio

              Carissimo, il fatto che Taccone ci stesse portando nella merda tu non potevi saperlo. Continui a fartene medaglia in cerca di ammirazione, ma non avevi nessun elemento se non le chiacchiere che circolavano, che potevano essere tanto gravi quanto eccessive e sulle quali si poteva solo scommettere o sperare. Inoltre, nessuna di quelle chiacchiere si è poi davvero concretizzata, o meglio non lo sapremo mai, dato che ciò che è poi davvero successo è ben altra cosa (che, per come la vedo io, è pure peggiore: perché se ci sono delle lacune economiche è un conto, se non riesci nemmeno formalizzare un'iscrizione si sfora nella comicità, non fosse che ha poi un epilogo per noi drammatico).

              Che esistessero delle difficoltà era abbastanza palese a tutti e non ci volevano le sibille, ma fino a che punto si sarebbe arrivati e soprattutto cosa sarebbe successo nel peggiore di casi dopo, nessuno era in grado di saperlo con certezza. C'è stato chi ha sperato che si risolvessero i problemi, chi ha inneggiato allo sfascio e alla morte di Sansone con tutti i filistei. Ovvio che le due parti non potessero piacersi né comprendersi, perché ci vogliono due anime e due umanità diametralmente opposte. Da un lato c'è la paura di perdere qualcosa, dall'altro il disprezzo (spesso volgare) per la cautela e la voglia di azzardo che tuttavia è solo speranza a sua volta, perché anche un De Cesare o un Preziosi rientravano in semplici congetture che si sarebbero potute concretizzare, ma anche no, e che sarebbero potute riuscire, ma anche no.

              Ti assicuro, però, che leggere ancora oggi, a distanza di un anno e per chissà quanto ancora, il compiacimento insistente di chi da un epilogo drammatico ha tratto soprattutto la soddisfazione di poter dire a chi gli stava sul culo: "Gne gne gne!", non lenisce ma anzi accresce la mia percezione dello squallore di tutta la faccenda.

              Anche De Cesare ha avuto i suoi problemi, quest'anno. Nessuno poteva sapere dove avrebbero portato, io ho temuto addirittura un ridimensionamento di tutto il progetto e dei piani per il futuro. C'è però quella fase intermedia in cui nulla è ancora accaduto e tutto potrebbe succedere: è in quella fase che scopri gli esseri umani e ti fai un'idea di loro a seconda di dove remano; non dopo, a cose fatte, dove siamo tutti bravissimi ad accreditarci le cose; ma prima, quando al di là di cosa di diciamo o pensiamo, al di là dell'idea di futuro che ci siamo fatti, dobbiamo decidere da che parte stare, se dalla nostra o da quella di tutti. Alcuni magari non remano, magari lo fanno in senso contrario, magari va tutto in malora e magari alla fine si vantano pure. Profeti? Eroi moderni? Vanto per le genti? Ad ognuno le sue valutazioni.

              mi piacerebbe ripescare ma non so proprio dove sia il mio post con il quale 2 anni fa spiegavo perchè non mi sarei più abbonato
              le cose le sapevo e le ho scritte più volte, altro che voci altrui...
              e altrettante volte ho scritto che la modalità era sconosciuta ma la fine era CERTA
              e poi figurati se sono in cerca di ammirazione (da parte di chi?)
              diciamo che non mi dispiace se qualcuno leggendomi rosica per aver dubitato del mio tifo o per aver difeso l'indifendibile
              ma non traggo alcuna soddisfazione
              ANZI
              ho scritto non ripetiamo imperterriti lo stesso errore
              basta fare un minimo di mente locale e pensare prima del tac a sibilia, casillo, pugliese...
              tutti hanno cominciato bene o fatto grossi successi e son finiti male, spesso sommersi da bugie e debiti
              ma quando le cose volgono al peggio (pur dopo belle cose) ci sono sempre segnali ed indicatori ben precisi

              QUELLi che non li vedono, non li vogliono vedere, non li capiscono, li risputano in faccia a chi glieli dice
              dovrebbero cambiare squadra
              lo so è un mio sogno irrealizzabile ma ogni tanto sento il bisogno di scriverlo

              ADESSO siamo tutti con de cesare e va bene; mi sono limitato a dire non mettiamolo su un piedistallo, non stampiamo i santini con la sua faccia
              e potrei scrivere ben di peggio (del tipo non prendiamo soldi, benefit, ospitate ecc ecc ecc)
              perchè se le cose dovessere andare come nel passato avremmo gli anticorpi giusti per difendere la nostra passione
              perchè i presidenti PASSANO, l'Avellino RESTA (anche con sigle e categorie diverse)





              Commenta


              • maronna mia, falla fini' ambressa.............................

                Nel giorno - salvo slittamenti - della riunione societaria per definire il futuro del direttore sportivo Carlo Musa e del tecnico Giovanni Bucaro, ma anche per individuare la figura che sarà chiamata a ricoprire il ruolo di direttore generale (Varini, Di Somma, Iovino o soluzione interna, ndr), emergono novità di rilievo in merito alla convenzione d'uso del “Partenio-Lombardi” per il quale il Comune di Avellino si appresta a concedere la proroga della delibera d'utilizzo in favore della SSD, che, intanto, sta per evolvere da a r.l. a S.r.l. con il cambio di denominazione in U.S. per concessione dell'associazione “...Per la Storia...”.

                Stando a indiscrezioni raccolte dalla nostra redazione, nei giorni scorsi, con una PEC inviata al Commissario Straordinario del Comune di Avellino, Giuseppe Priolo e Luigi Maria Cicalese, dirigente del Settore Lavori Pubblici, Walter Taccone ha, infatti, comunicato di voler risolvere la convenzione sopra citata, con attuale scadenza fissata nel 2021, attraverso il riconoscimento di una differenza economica tra il dare e avere con l'ente cittadino, al quale viene chiesto di farsi carico dell'acquisto degli arredi di proprietà della sua società, attualmente all'interno dello stadio, oltre che dei costi sostenuti per una serie di lavori.
                Nel dettaglio: il campo in erba sintetica; le spese per la riqualificazione della Tribuna d'onore e la realizzazione dei corrimano all'ingresso Sud-Terminio; per l'installazione della videosorveglianza; per la riqualificazione degli spogliatoi, le modifiche strutturali del campo B, e la manutenzione dell'impianto idrico degli spogliatoi ed antincendio.

                Nella missiva viene specificato che le altre suppellettili e il materiale di abbigliamento non comprese nell'elenco saranno ritirati in tempi brevissimi.

                Resta ora da valutare quale sarà la risposta da Palazzo di Città anche perché il settore lavori pubblici sta già contabilizzando il costo degli interventi richiesti dalla Lega Pro, entro il 1° febbraio 2020, per rendere lo stadio a norma, ma è scontato dire che per procedere alla stipula di una nuova convenzione va risolta prima quella attuale sottoscritta con l'allora A.S. Avellino.
                "PERCHE' SEI COSI' SERIO?"

                sigpic

                Commenta


                • Originariamente inviato da avellino64 Visualizza il messaggio
                  maronna mia, falla fini' ambressa.............................
                  co quisto non finirà mai



                  Originariamente inviato da avellino64 Visualizza il messaggio
                  Nella missiva viene specificato che le altre suppellettili e il materiale di abbigliamento non comprese nell'elenco saranno ritirati in tempi brevissimi.

                  ah ma allora l'anno scorso i palloni non se li era juto a piglià tutti quanti, ci sta ancora quacche birillo inda a qualche stanzino
                  Forza Avellino, sempre e comunque

                  Commenta


                  • Leggo oggi dalla Gazza

                    La Commissione Cultura della Camera ha dato il via libera a un
                    emendamento contenuto nel ddl collegato sport che introduce
                    forme di partecipazione popolare e azionariato diffuso nelle
                    società di calcio. L’ emendamento vuole favorire la coesione
                    sociale e la partecipazione dal basso dei tifosi nella vita dei club.

                    Mi ha ricordato che di queste cose scrivevo proprio un anno fa quando o voccone era ancora in auge presso una parte consistente del tifo



                    Commenta


                    • https://www.ottopagine.it/av/sport/a...lega-pro.shtml

                      Commenta


                      • che abbia rifiutato la lega pro potrei anche crederci (zero zuppa), che abbia rifiutato i soldi...ahahhahhhhahahaahahahhahahahaahhahaahhaahh ahaahahahahahahahahahaahahahahahahahhhahahahahahah
                        un vuoto temporale che ogni tifoso irpino deve creare nella storia del lupo...2009/18.. il nulla.

                        Commenta


                        • 'ho perso 14 milioni di calciatori, il titolo di Serie B che vale 10 milioni e 4 milioni di sponsor'. Fino all'anno scorso riceva che steva sulo e i soldi c'è metteva sulo isso, 4 miliuni all'anno, mo rice che ha perzo 14+10+4= 28 miliuni. È semp o stess
                          Forza Avellino, sempre e comunque

                          Commenta


                          • Ad Agropoli lo hanno sfanculato subito, non so.mica fessi

                            Commenta

                            attendi...
                            X